T.V.B. – Il Giardino dei Semplici

Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

T.V.B. – Il Giardino dei Semplici di Il Giardino dei Semplici

‘N’atu ppoco dint’’o lietto…
nun ce’a faccio a m’aizà
penzo a te… chello ca’’e ditto
nun m’’o pozzo maje scurdà
T’aggiu scritto tre parole
ca’ nisciuno ‘e ppo’ vedé
songhe asciute ‘a dint’ ‘o core,
so’ tre lettere pe’ tte
I’ me mettevo scuorno
ma nun resisto cchiù
e voglio fa’ comme faie tu

Te voglio bene… T.V.B
T’ ‘o voglio dicere accussì
Te voglio bene ma tu nun’’o ssaje
‘o tiempo passa e nun t’ ‘o ddico maje
Te voglio bene… T.V.B

Quanno stevemo nuje sule
e nun tenevamo che ffa’
comme a duje cumpagne ‘e scola
nce mettevamo a pazzià
Quanta vote nun’’o saccio
ll’aggiu fatto pe’ sapé
si’ nuje stevemo luntane
e tu penzave sulo a mme
e se faceva notte,
tu stive a’ casa mia
e a’ casa toja stevo pur’ ‘io

Te voglio bene… T.V.B………………

È passato ‘n’ anno
e me vene ‘a chiagnere
I’ te chiammo
e tu nun viene a risponnere
Si’ nce parlassemo, ammore,
nun stesse a murì pe’ tte…

Te voglio bene… T.V.B
T’ ‘o voglio dicere accussì
Te voglio bene,
stanotte addo’ vaje…
vulesse a tte mo’
ca’ tu nun ce staje

Te voglio bene… T.V.B
Te voglio bene… T.V.B

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here