Tammuriata d’autunno

Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

Tammuriata d'autunno di Canzoni Napoletane

(Libero BovioTagliaferri)

Povero ammore mio, nun tène voce…
povero ammore mio, nun trova pace!…
‘A luna luce, ma pe’ mme nun luce…
ero felice e nun só’ cchiù felice…
povero ammore…t’hanno miso ‘ncroce!…

Giá è caduta quacche fronna,
more Estate e trase Autunno…
che ce faccio ‘ncoppo munno
senza ‘e te?…

Mamma chiagne ma io nun chiagno…
chistu ccá è nu bruttu segno,
na fattura ‘ncuoll’a me…

Che catena, che catena…
tu mme staje tanto luntano…
ma, si ‘ncielo sponta ‘a luna,
guardo ‘ncielo e veco a te…

E’ n’anno e st’uocchie mieje durmí nun pònno…
miracule, pe’ me, nun se ne fanno…
ma, chella vota ca mme scappa a suonno,
tengo paura ca mme sonno a ninno…
Ah, che tristezza quanno ‘a notte scenne!

Giá è caduta quacche fronna,
more Estate e trase Autunno…
che ce faccio ‘ncopp
o munno
senza ‘e te?…

Nuvole voglio ‘ncielo a tutte ll’ore,
sempe tempeste voglio ‘mmiez’ô mare,
te voglio accumparí, si mme ne moro,
‘nnanze a chist’uocchie tuoje, matina e sera…
Ah, quanto t’odio…e quanto mme si’ caro…

Giá è caduta quacche fronna,
more Estate e trase Autunno…
che ce faccio ‘ncoppo munno
senza ‘e te?

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here