T’ho incontrata domani

Introduzione

image_pdfCrea Pdfimage_printStampa

Album

È contenuto nei seguenti album:

1984 Italiani mambo
1987 Ne approfitto per fare un pò di musica
1991 Swing & Soda
1998 Cocktail

Testo Della Canzone

T'ho incontrata domani di Sergio Caputo

T’ho incontrata domani
o per lo meno mi è sembrato fossi tu
c’era troppa fuliggine
ora non ricordo più.

T’ho incontrata domani
che ripartivi via, da dove non si sa…
m’hai schivato nel traffico
tu, e il tuo collo di astrakan.

Ora pranzo da solo in un lurido snack
un cretino mi dice “Dottore il caffè”
tra un panino e un frappé
sto scrivendo per te
un incredibile boogie.

Ma che razza di flirt
mi vergogno da me
se non ci fossi tu
non sarei qui con te.

E sul tema del flirt
spiritoso fu il sax
eseguendo d’amblè
una fuga di Bach.

Rivederti è pleonastico
per una volta o due, magari per un the
dondolarci utopistici
in un sogno démodé.

T’ho incontrata domani
per dirti cosa, in che maniera non saprei
mi sembravi fantastica
ora non ci giurerei.

Ora sono in un Grill, nei paraggi di Rho
che mi lavo le mani nel privè
un signore va via
mentre urlo per te
un incredibile boogie.

Ma che razza di flirt
mi vergogno di me
se non ci fossi tu
non sarei qui con te.

E sul tema del flirt
eccessivo fu il sax
sbrodolando per noi
un assolo di jazz.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here