Tra loro

The music band Nomadi on a terrace. From left, Umberto Maggi, Augusto Daolio, Beppe Carletti, Paolo Lancellotti, Chris Dennis. Asiago (VI), Italy, 1974.

Album

È contenuto nei seguenti album:

1985 Ci penserà poi il computer

Testo Della Canzone

Tra loro di Nomadi

E dopo il treno prenderai la solita corriera

che nella notte sale per valli infreddolite,

sull’ultimo sedile la Luna e i suoi scagnozzi,

non sanno se fermarsi lì, sono stranieri.

E in pochi giorni tu potrai conoscere gli amici

che stanno insieme e cercano di non sentirsi soli,

tra loro una ragazza che per qualcuno è bella,

sorriderà chiedendoti se l’ho dimenticata.

Dille è così non tornerà l’incanto

di spartire i suoi segreti

più non verrà l’incanto

di aspettarla senza fretta.

E dopo il treno prenderai la solita corriera

che mezza vuota illumina di nostalgia la notte,

dall’ultimo sedile la Luna se n’è andata,

nessuno se n’è accorto non c’è mai stata.

E in pochi giorni tu saprai distinguere fra tutte

la voce che stringevo quasi a rubare il cielo,

ho spesso immaginato di bruciare le mie terre,

ma tu dille soltanto che non l’ho dimenticata.

Dille è così, sovrani del passato danno fuoco alle mie terre,

folli e strozzini divideranno insieme qual che resta.

Dal coro dei falliti ogni fallito chiama,

si veste da padrone, mi cerca in visti stanze,

allora io credevo di avere in pugno i sogni,

adesso lei ti chiederà se l’ho dimenticata.

Dille è così, sovrani del passato danno fuoco alle mie terre,

folli e strozzini divideranno insieme qual che resta.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here