Tramonto ‘a Pusilleco

Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

Tramonto 'a Pusilleco di Canzoni Napoletane

(Libero Bovio)

Nun mme lassá ca mme fa triste ‘o core
st’ora ca nun è ghiuorno e nun è sera.
Tutto è stanchezza attuorno, e cielo e mare,
ogne mumento, cágnano ‘e culore.

A poco a poco se ne trase ‘o sole
mentre ca se secùtano po cielo,
nuvole rosa e nuvole viola…

Nun mme lassá!

Io ca só’ nato a Napule,
si a ll’ora d
o tramonto stó’ a Pusílleco,
mme ‘ncanto tale e quale a ‘o furastiero
ca scenne, ‘a primma vota, a Marechiaro.

Nun mme lassá! Na vela s’avvicina
mentre ca nu vapore s’alluntana…
Pusílleco, a chest’ora, è na canzone…
e tutta na pittura è ‘sta marina.

E nu scugnizzo dorme ‘ncopp’â rena,
nu marenaro sona ‘o mandulino,
e, ‘a mieze scoglie, canta na sirena.

Nun mme lassá!

Io ca só’ nato a Napule,
si a ll’ora d
o tramonto stó’ a Pusílleco,
mme ‘ncanto tale e quale a ‘o furastiero
ca scenne, ‘a primma vota, a Marechiaro.

Nun mme lassá, tenímmoce pa mano…
Comme te voglio sèntere vicina!
tanto te voglio bene…tantu bene…
t
o ggiuro ‘ncoppa voce ‘e ‘sta campána!

Guarda…tòrnano ‘e vvele a una a una…
e addora ‘o mare…e addorano ‘e ciardine…
Uh, Dio!…che cosa bella…sponta ‘a luna!…

Nun mme lassá!

Io ca só’ nato a Napule,
si a ll’ora d
o tramonto stó’ a Pusílleco,
mme ‘ncanto tale e quale a ‘o furastiero
ca scenne, ‘a primma vota, a Marechiaro.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here