Tuta nera – Philip Plane Testo della canzone

Wikitesti.com è la più grande enciclopedia musicale italiana, sul nostro sito oltre i testi delle canzoni potete trovare: traduzioni delle canzoni, accordi per chitarra, spartiti musicali,BPM e molto altro.

https://www.youtube.com/watch?v=567GNNz6dtQ

TESTO

Il Testo della della canzone Di: Tuta nera – Philip Plane

S’è fatta sera
Corrono forte e veloce raga in tuta nera
Esco di casa bardato, Milano trema
Fuck la galera
Mamma stai tranquilla perché
È la strada che ha scelto per me

Oh mamma ti prego perdonami
Fuck fuck la way, fra c’est la vie
In piazza come nel duemila ai portici
Lo sbarbato dalla panca vuole i tropici
Riempiamo le borse, via dalla città
Stringo le parole che disse papà
I veri balordi son fuori di qua
Facciamo sti soldi e volo a Marbella
Quest’anno sono tutti più veri
Pensano che siamo nati ieri
Manco tu stesso ti credi
Parlate ma non siete sinceri
Scendo di bianco da un nero Range Rover
Vi tolgo tutto come Peter Scott
Cavallo nero gira per la zona
Stasera va bene, mi carico ancora
Mi alleno per strada, bro doppia rotonda
Vediamo sta Punto se ci segue ancora
Guardo sta bionda, sembra che ci prova
Porta rispetto, lega la tua donna
Negare parole, diventano armi che annegano te
Fumo, bevo Estathé
8 il commando, l’equipe è con me
Tutti in tuta nera, marchiamo di meno

Valgono i principi, fanculo se perdi, resto coi vincenti
Tu fanne tesoro, le storie che senti, mentori delinquenti
Il cielo è nero, oggi no non ce la fai
Parla di meno, più soldi in cellophane
Rispetto zero se in primis non ne hai
Frate stasera è meglio che te ne vai

S’è fatta sera
Corrono forte e veloce raga in tuta nera
Esco di casa bardato, Milano trema
Fuck la galera
Mamma stai tranquilla perché
È la strada che ha scelto per me
Ma qual è il problema
Ormai non dormo la notte, il mio mattino è sera
Ragazzi che parlano poco, bene quando serve
Gli amici e le merde
Mamma stai tranquilla, sai che
È la strada che ha scelto per me

Fa freddo ma dentro di me
Sto a casa pur essendo là fuori
Ad alcuni scrivo lettere
Tanti altri han perso ragioni
Il giorno c’ha gli occhi, la notte le orecchie
Perciò quando parlo ascoltami bene
Non sono un cane, non sono fedele
Aereo da guerra
Mezzo nero, nuovo nero
Per la calle ho un caballero
Via di qua, vai di là
Non fermarti in zona fra
Sti bravi ragazzi nei panni dei pazzi
Gridano senza nessuno a ascoltarli
Grammi diventano chili poi killer non temono il freddo e i fra stanno a scontarli
Lo senti nell’eco, stanno a ascoltarci
Terzo capitolo in mezzo agli spiazzi
Pure gli infami danno baci e abbracci
Non l’hai capito, non siam tutti quanti
Come una droga, i contanti sul palmo
Sì sono facili, li vendono e vanno
Giovane aereo dal basso più in alto
Arrivo a piedi e me ne vado in van

Resto sempre vero dall’inizio
Questa merda per riempire il frigo
Ringrazia se sorrido, mentalità padrino, di voi non me la fido
E pure oggi aspetto il sole che cala
In giro fa brutto, chiudo bene la giacca
Tengo la testa bassa, tiro su il cappuccio
Fratello tiro dritto, metto le mani in tasca

S’è fatta sera

Ecco una serie di risorse utili per Philip Plane in costante aggiornamento

Tutti i TESTI delle canzoni di Philip Plane



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here