Una stagione di un giorno

Introduzione

Indice

Album

È contenuto nei seguenti album:
1986 Io e Red

Testo Della Canzone

Una stagione di un giorno di Pooh

(CanzianNegrini)

un passaggio in macchina
dal confine fino a milano
sei vestita spicciola
con un impressione
di pellicola slava
di come pioveva
di tutto alle spalle
di lana e di stelle
di botteghe danubiane
e lacrime
lontane.
sulle labbra briciole
di un racconto senza cognomi
come gente intima
quando ti conosco
da non piu’ di mezz’ora
e intanto il mattino
ci brulica intorno
ti sgrana le ciglia
e l’italia industriale spettina
con i suoi fumi il cielo senza nuvole
e’ una questione di pelle
fra i tuoi occhi ed i miei
un’imprevista marcia in piu’.
una stagione di un giorno sei tu
cento milioni di sogni piu’ in la’
oltre le strade
della mia anima
delle mie mani.
pochi franchi svizzeri
pochi anni, un figlio e te stessa
stropicciata d’autobus
di parole al vento
caffellatte e gettoni
piccole mani
piccoli tacchi in infinite stazioni
e mi tocchi di un coraggio fragile
se ti catturassi adesso non sarei
l’uomo che penso di me
ci lascio il cuore con te
tientelo addosso per un po’.
una stagione di un giorno sei tu
pensami dove altro freddo fara’
pensami dove
dopo le rapide
vedrai il mare.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here