Vado all’inferno e ci trovai ‘n bon vecchio

Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

Vado all'inferno e ci trovai 'n bon vecchio di Canzoni Romane

Canzoni Laziali
Ettore De Carolis e Donatina De Carolis

Vado all’inferno e ci trovai ‘n bon vecchio
e ce lo disse: «Vecchio, come campi?».
«Campo contento e campo alegramente,
campo meglio de prima ch’ero amante;
le pene dell’inferno non so’ niente
a par’ a quelle ‘e patono l’amanti:
meglio a l’inferno ad essere dannato
d’essere a questo mondo innamorato».

Vado per mare e scopro ogni bandiera,
lo so che ti sei fatta ‘n’altra dama,
io me l’ho fatto un altro amante meglio,
be’ che volevo a voi l’ho dato a quello.

Bello, mo’ che ti dico: che ha’ tu fatto?
Non è ‘na dama quella che hai tu trova,
non è ‘na dama e manco una regina,
manco è ‘na donna che mi fa paura.
L’è stata trasportata da li venti,
te l’hanno data a te pe’ rimpitura,
te l’hanno data a te per il cordoglio,
te s’è attaccata a conciature a gioglio;
te l’hanno data a te per ingordezza,
te s’è attaccata a conciature a veccia.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here