Valanghe – Diego Random Testo della canzone

Wikitesti.com è la più grande enciclopedia musicale italiana, sul nostro sito oltre i testi delle canzoni potete trovare: traduzioni delle canzoni, accordi per chitarra, spartiti musicali e molto altro.

Il Testo della canzone di:
Valanghe – Diego Random

Il mio obiettivo è trasmettere come ci si sente con le vertigini
Se per due monete diventi un serpente noi non siamo per niente simili
Ho visto infrangere regole, storie difficili, errori da piccoli
Ho conosciuto i fuorilegge, figli di vigili e amici di sbirri
Il diavolo mi dice: “mi assomigli”, stiamo insieme dalle origini
Tu non mi ascolti quando parlo ma quando vado via, origli
Comunichiamo coi bisbigli, senza fiato nei respiri
Ci riscaldiamo coi fiammiferi e raffreddiamo con gli spifferi
Conosciamo i nostri limiti, non siamo infiniti (no, no, no)
Ci sentiamo un po’ più liberi solo se uniti, da solo precipiti
Balliamo senza tecnica, l’apparenza ci spettina
Ricorda di dimenticare, la memoria resettala
Buttami a terra però guardami mentre mi rialzo
Viviamo in fretta con le paure nei fumi dell’alcool
Riempiamo buche con fiumi di pianto, nella palude con tute di fango
E nelle emozioni gli errori di calcolo

Fottuta paura vipera
Ci butta giù dalla cima
Siamo in caduta libera
Non sentiam più le grida
In valanghe, valanghe, giù per la valle in valanghe
Valanghe, valanghe, se suona qualcosa è l’allarme
La strada da fare è tanta quanto quella da abbattere
Ci pensi mai sarai grande e cosa lascerai alle spalle

Viviamo al centro ma amiamo gli opposti
Il cuore nel petto si è diviso in cocci
Tra le valanghe ci sentiamo comodi
Ma non ci piace se tutto va a rotoli e qua tutto cade un po’ come l’economy,
giù dalle dolomiti come ciottoli
Rimarrei immobile in mezzo ai cicloni ma volerei in orbita con i tuoi soffi
Mia madre è un angelo, vederla piangere è come spararmi (bang)
Ho imparato ad amare guardando i suoi passi e grazie ai suoi baci
Non sei normale dicevano gli altri bambini e puntavano gli indici
Ed io meno male non son sceso a patti ed ora mi chiedono il brindisi
Sto tra gli animi fragili, grilletti facili
Diavoli, angeli, in testa immagini che non ti immagini

Fottuta paura vipera
Ci butta giù dalla cima
Siamo in caduta libera
Non sentiam più le grida
In valanghe, valanghe, giù per la valle in valanghe
Valanghe, valanghe, se suona qualcosa è l’allarme
La strada da fare è tanta quanto quella da abbattere
Ci pensi mai sarai grande e cosa ti lascerai alle spalle
In valanghe, valanghe, giù per la valle in valanghe
Valanghe, valanghe, se suona qualcosa è l’allarme
La strada da fare è tanta quanto quella da abbattere
Ci pensi mai sarai grande e cosa ti lascerai alle spalle
Fottuta paura vipera
Ci butta giù dalla cima
Siamo in caduta libera
Non sentiam più le grida
Tra le valanghe

Ecco una serie di risorse utili per Diego Random in costante aggiornamento

Pubblica i tuoi Testi!
Contattaci: [email protected]

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *