Vatuttobene VANISS Feat Claver Gold – Testo della canzone

Vatuttobene – VANISS Feat Claver Gold Testo della Canzone. Wikitesti.com è la più grande enciclopedia musicale italiana, sul nostro sito oltre i testi delle canzoni potete trovare: traduzioni delle canzoni, accordi per chitarra, spartiti musicali e molto altro.

Su wikitesti.com ci sono oltre 11.000 artisti e 320.000 testi. Sulla pagina “discografia e raccolte” trovi Trovi la lista completa degli artisti in ordine alfabetico: Discografie e Raccolte

TESTO

Il Testo della della canzone Di: Vatuttobene – VANISS Feat Claver Gold

Parto da qui
Ma tanto è inutile, sì
Stare a pensare a chi
Poteva darmi altro
Non resto qui
E so che la colpa è di chi
Non faccio nomi ma sì
Poteva darmi altro

Parto da qui
Ma tanto è inutile, sì
Stare a pensare a chi
Poteva darmi altro
Non resto qui
E so che la colpa è di chi
Non faccio nomi ma sì
Poteva darmi altro

Idiota
Scompari, riappari, mago Merlino
Ma porta un Campari, non sono un cuscino
Né il tuo zerbino, non sei il mio bambino
Impara
Che quando una donna alza gli occhi al cielo
Non legge il Vangelo ma accende un cero
Lo porta a San Pietro, rispetta solo il suo credo
Non Sempre
Ricevo risposte per quello che chiedo
Rispondi a domande con altre domande
Poi il resto li muta e ti guardo distante
No scusa
Stavolta ne ho proprio abbastanza di te
Non mi corrompi con il tuo caffé
Voglio solo sapere perché

Parto da qui
Ma tanto è inutile, sì
Stare a pensare a chi
Poteva darmi altro
Non resto qui
E so che la colpa è di chi
Non faccio nomi ma sì
Poteva darmi altro

Ehi, io che non parlo degli altri, non vengo alle cene (No no no)
Lotto coi deboli stanchi e le forze del bene
Ridono forte le iene solo se insieme
Noi scappavamo nel buio da quelle sirene
Spesso va così, tutte quelle facce che ho incontrato
Io parto da qui, proprio dove vi ho dimenticato
Gettato il cuore nel male ghiacciato, il freddo ed il sale
Ho viaggiato lungo le baie del sole, lì l'ho trovato spiaggiato
Quanto ho spacciato, venduto, preso, rubato
Ho parlato tanto di strada quanto la strada mi ha dato
Mi ha tolto il fiato e la fame, mi ha dato l'ansia ed il pane
Mi ha dato il fuoco ed allora ci ho riscaldato le lame
Per fare un euro da un deca, per fare il finto poeta
Io raggiungevo la meta su vecchie ampolle di meta
Luce di stella cometa sulla mia storia incompleta
Per rimanere in silenzio, innocente, in gola ora ho un baco da seta

Parto da qui
Ma tanto è inutile, sì
Stare a pensare a chi
Poteva darmi altro
Non resto qui
E so che la colpa è di chi
Non faccio nomi ma sì
Poteva darmi altro
Parto da qui
Ma tanto è inutile, sì
Stare a pensare a chi
Poteva darmi altro
Non resto qui
E so che la colpa è di chi
Non faccio nomi ma sì
Poteva darmi altro

Su wikitesti.com ci sono oltre 11.000 artisti e 320.000 testi. Sulla pagina “discografia e raccolte” trovi Trovi la lista completa degli artisti in ordine alfabetico: Discografie e Raccolte

Ecco una serie di risorse utili per VANISS e Claver Gold  in costante aggiornamento

Tutti i TESTI delle canzoni di VANISS

Tutti i TESTI delle canzoni di Claver Gold

Pubblica i tuoi Testi.
Contattaci: [email protected]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here