Vivimi – Mario Venuti

Album

È contenuto nei seguenti album:

1996 Microclima

Testo Della Canzone

Vivimi – Mario Venuti di Mario Venuti

Vivimi eludendo il rigore
il pagano rumore
che viene a me
vivimi
nell’acerba malizia
di un bacio che vizia sì
mi potresti guidare senza mani
mi potresti educare come un bebè
degli schiavi d’amore fammi essere il re

Vivimi al di là della scienza
l’umana sapienza rinuncia qui
vivimi
di rovescio e di piatto
di sogno e di fatto sì
mi potresti gradire verso sera
mi potresti smarrire, perdere mai!
degli illusi e contenti voglio essere il re

Canta la notte
legge in cielo note di stelle
canta la notte perché ci ama
gaia è la notte i salici hanno smesso di piangere
gaia è la notte

Danzami
con il passo geniale
che semina sale
sull’anima
Danzami
sulle acque del rischio che bevo e gradisco
ma tu potresti cadere sul finale
cederesti il potere che era tuo
ed all’ultima ora farmi essere il reCanta la notte
legge in cielo note di stelle
canta la notte perché ci ama
gaia è la notte i salici hanno smesso di piangere
gaia è la notte

Canta la notte
legge in cielo note di stelle
canta la notte perché ci ama
gaia è la notte i salici hanno smesso di piangere
gaia è la notte.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here