Voglia d’inverno

Album

È contenuto nei seguenti album:

1982 Ancora una volta con sentimento

Testo Della Canzone

Voglia d'inverno di Nomadi

Uscire nella nebbia la mattina

la prima sigaretta dopo il caffè

e il confine fra le cose e la luce

quasi non c’è.

Fermarsi contro un muro a guardare chi passa

con la fretta di chi sa quel che fa

e scoprirsi fratello di una foglia morta,

una stagione, una città

Voglia d’inverno, inverno portafortuna

che appanna i vetri, i bicchieri e la luna

e parlare a un amico che cammina vicino

e il gelo è il pretesto per un buon vino

voglia d’inverno, luce per poche ore

e poi nel buio puoi smarrire un dolore

mentre cade la neve che è un effimero eterno

voglia d’inverno.

E fermarsi a guardare un fiume in piena

che rotola e porta via

piccole storie vegetali di rami e terra

e poesia.

Voglia d’inverno con un freddo da morire

voglia d’inverno anche se fa starnutire

e parlare a un amico che cammina vicino

e il gelo è il pretesto per un buon vino

voglia d’inverno con un freddo da morire

voglia d’inverno anche se fa starnutire

ed un poco di neve che è un effimero eterno

voglia d’inverno.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here