Chi ha peccato – Povia


 

Album

È contenuto nei seguenti album:

I bambini .jpeg2006 I bambini fanno ‘ooh’…La storia continua
Evviva i pazzi.jpeg 2005 Evviva i pazzi…

Testo Della Canzone

Chi ha peccato – Povia

Chi ha peccato
si scagli in testa una pietra
e chi nn ha peccato
se la scagli lo stesso

Ma chi è che non ha mai
tirato l’acqua al suo mulino
siamo tutti un pò mugnai
quando c’è di mezzo il grano
ma chi è che non ha mai
creduto di essere perfetto
l’amor proprio, proprio lui
è il mio più viscido difetto

e allora..
chi ha peccato
si scagli in testa una pietra
e allora
e chi non ha peccato
se la scagli lo stesso

ma chi è che nn ha mai
la donna del suo amico
un bel giorno la mia ex
l’ha voluta Federico
ma chi è che non è mai
in gara, chi non osa mai

e allora….
chi ha peccato

uuhh intanto il tempo passa, poi diventa un anno e poi giuseppe quella fissa di non farsi i fatti suoi
sarà molto salato il conto quando arriverò ad esser giudicato e io mai più giudicherò

e allora..
chi ha peccatto
si scagli in testa una pietra
e allora
e chi nn ha peccato
se la scagli lo stesso

Ma chi è che nn ha mai
fatto il filo al capoufficio
più sorrisi che gli fai
più spendi in dentifricio
ma chi è che non ha mai
fatto sesso in un minuto
sai cosa mi ha detto lei
complimenti un bel primato

ma allora chi
dimmelo
chi dimmelo
chi ha peccato

uuhh intanto il tempo passa, poi diventa un anno e poi giuseppe quella fissa di nn farsi i fatti suoi
sarà molto salato il conto quando arriverò ad esser giudicato ed io mai più giudicherò

ci vedremo tutti quando in purgatorio
ci vedremo e canteremo tutti in coro
rispettare il prossimo è saggio
rispettare roberto baggio
la canzone è un idromassaggio
ma nella vita questo è il vantaggio

intanto il tempo passa, poi diventa un anno e poi il mondo è una matassa fatti pure i fatti miei
sarà molto salato il conto quando arriverai ad esser giudicato e tu mai più giudicherai

e allora..
chi ha peccato
si scagli in testa una pietra
e allora
chi nn ha peccato
se la scagli lo stesso

 

Accordi

   
(la-re-la-re)
Chi ha peccato
si scagli in testa una pietra
(la-re-la-re)
e chi nn ha peccato
se la scagli lo stesso

(la-mi-fa#m-re)
Ma chi è che non ha mai
tirato l'acqua al suo mulino
siamo tutti un pò mugnai
quando c'è di mezzo il grano
ma chi è che non ha mai
creduto di essere perfetto
l'amor proprio, proprio lui
è il mio più viscido difetto

(la-re-la-re)
e allora.. chi ha peccato
si scagli in testa una pietra
(la-re-la-re)
e allora e chi non ha peccato
se la scagli lo stesso

(la-mi-fa#m-re)
ma chi è che nn ha mai
la donna del suo amico
un bel giorno la mia ex
l'ha voluta Federico
ma chi è che non è mai
in gara, chi non osa mai
e allora....
chi ha peccato

(la-mi-fa#m-re-la)
uuhh intanto il tempo passa, poi diventa un anno e poi giuseppe quella fissa di non farsi i fatti suoi
sarà molto salato il conto quando arriverò ad esser giudicato e io mai più giudicherò

(la-re-la-re)
e allora.. chi ha peccato
si scagli in testa una pietra
(la-re-la-re)
e allora e chi non ha peccato
se la scagli lo stesso

(la-mi-fa#m-re)
Ma chi è che nn ha mai
fatto il filo al capoufficio
più sorrisi che gli fai
più spendi in dentifricio
ma chi è che non ha mai
fatto sesso in un minuto
sai cosa mi ha detto lei
complimenti un bel primato
ma allora chi
dimmelo
chi dimmelo
chi ha peccato

(la-mi-fa#m-re-la)
uuhh intanto il tempo passa, poi diventa un anno e poi giuseppe quella fissa di nn farsi i fatti suoi
sarà molto salato il conto quando arriverò ad esser giudicato ed io mai più giudicherò

(la-mi-fa#m-re)
ci vedremo tutti quando in purgatorio
ci vedremo e canteremo tutti in coro
rispettare il prossimo è saggio
rispettare roberto baggio
la canzone è un idromassaggio
ma nella vita questo è il vantaggio

(la-mi-fa#m-re-la)
intanto il tempo passa, poi diventa un anno e poi il mondo è una matassa fatti pure i fatti miei
sarà molto salato il conto quando arriverai ad esser giudicato e tu mai più giudicherai

(la-re-la-re)
e allora.. chi ha peccato
si scagli in testa una pietra
(la-re-la-re)
e allora e chi non ha peccato
se la scagli lo stesso






In bilico
tra santi e falsi dei
sorretto da
un’insensata voglia
di equilibrio
e resto qui
sul filo di un rasoio
ad asciugar
parole
che oggi ho steso
e mai dirò

non senti che
tremo mentre canto
nascondo
questa stupida allegria
quando mi guardi

non senti che
tremo mentre canto
è il segno
di un’estate che
vorrei potesse non finire mai

in bilico
tra tutti i miei vorrei
non sento più
quell’insensata voglia
di equilibrio
che mi lascia qui
sul filo di un rasoio
a disegnar
capriole
che a mezz’aria
mai farò

non senti che
tremo mentre canto
nascondo
questa stupida allegria
quando mi guardi

non senti che
tremo mentre canto
è il segno
di un’estate che
vorrei potesse non finire mai

in bilico
tra santi che
non pagano
e tanto il tempo
passa e passerai
come in bilico
sai tu
e intanto
il tempo passa e tu non passi mai

non senti che
tremo mentre canto
nascondo
questa stupida allegria
quando mi guardi

non senti che
tremo mentre canto
è il segno
di un’estate che
vorrei potesse non finire mai

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here