E’ partita una tradotta

Testo Della Canzone

E' partita una tradotta di Canzoni politiche

E’ partita una tradotta,
tutta piena di diciott’anni,
visi freschi, cuori spaccati
dalle granate dell’allegrìa.
Hanno preso la via del mare
questi giovani in grigioverde
col prurito nelle mani
e l’amore nei tascapani.

L’han chiamato “Il Battaglione
del figiol… di mamma mia!”
Fà una pernacchia e tira via
perchè c’è sempre qualche frescone…

Parapam…pam…pam…

Mamma mia, ma col moschetto,
bacio in fronte, te l’ho detto
salutando alla stazione,
questo è quello della mitraglia;
mamma mia, ma col pugnale,
chè la guerra non è finita,
scaglia l’anima nella partita,
lasciala andare dove vorrà.

I diciott’anni li consumiamo
tra la gavetta e le scarpinate,
poi verrà l’ora che batte il cuore
quell’ora santa delle legnate.
O Battaglione di primavera
dove si ferma nessun lo sa.

Per ora andiamo oltre i confini
Battaglioni di Mussolini!

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here