Il babbo permissivo


Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

Il babbo permissivo di Gem Boy

(Un pugno di sabbiaNomadi)

C’è mia figlia di là

col suo moroso sta

saperli in quella stanza è un tortura.

darò una sbirciata dalla serratura.

Oddio, mi sento venir meno

lui le palpa il seno,

poi la mano scende sotto la sottana.

non credevo che mia figlia fosse cosi.

p. p. p. p. p. p. poco seria!

Le baciava le labbra,

ma non quelle labbra che pensi tu!

Va beh, son solo ragazzi,

non sono miei cazzi, indi per cui

li lascio fare, ma che dolor:

la mia bambina, ha solo vent’anni!

Ora lui è su di lei
che dice: “Non vorrei ci sentissero i miei”
“Ma chi vuoi che ci senta tuo padre è sordo”
Si, ma ci vedo bene e tu sei morto!

Le baciava le labbra,
ma non quelle labbra che pensi tu!
Va beh, son solo ragazzi,
non sono miei cazzi, allora perciò
li lascio far, ma che dolor,
all’amore non dico no.

Ma ad un certo momento
lui grida: “Sto venendo!”,
e lo tira fuori in quell’istante
creando un effetto tipo idrante!

Le riempiva le labbra,
proprio quelle labbra che pensi te!

Le guarniva la faccia
come a una focaccia o ad un bignè
E non ci ho visto più,
sulla tenda blu faceva il bidet,
gli tiro un pugno sul naso,
mi ha sporcato il divano e la moquette.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

Accordi

   

Sol Do Sol Do
Re-  Sol Do Mi- Fa Re4 Re

Sol                          Do
C'è mia figlia di là
Sol                          Do
col suo moroso sta
Re-                                                            Sol
     saperli in quella stanza è un tortura.
Do                          Mi-                        Fa Re4 Re
     darò una sbirciata dalla serratura.

      Sol                               Do
Oddio, mi sento venir meno
Sol                     Do
lui le palpa il seno,
Re-                                                          Sol
     poi la mano scende sotto la sottana.
Do                                          Mi-
     non credevo che mia figlia fosse cosi.
Fa                                                         Re4 Re
p. p. p. p. p. p. poco seria!

Sol                           Si-
     Le baciava le labbra,
                             Mi-                          Re
ma non quelle labbra che pensi tu!
Sol                                      Si-
     Va beh, son solo ragazzi,
                          Mi-                       Re
non sono miei cazzi, indi per cui
                Mi-                        Si-
li lascio fare, ma che dolor:
                     Mi-                              Re
la mia bambina, ha solo vent'anni!

Ora lui è su di lei
che dice: "Non vorrei ci sentissero i miei"
"Ma chi vuoi che ci senta tuo padre è sordo"
Si, ma ci vedo bene e tu sei morto!

Le baciava le labbra,
ma non quelle labbra che pensi tu!
Va beh, son solo ragazzi,
non sono miei cazzi, allora perciò
li lascio far, ma che dolor,
all'amore non dico no.

Ma ad un certo momento
lui grida: "Sto venendo!",
e lo tira fuori in quell'istante
creando un effetto tipo idrante!

Le riempiva le labbra,
proprio quelle labbra che pensi te!

Le guarniva la faccia
come a una focaccia o ad un bignè
E non ci ho visto più,
sulla tenda blu faceva il bidet,
gli tiro un pugno sul naso,
mi ha sporcato il divano e la moquette.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here