Italia d’oro


Album

È contenuto nei seguenti album:
2006 Parole di rabbia pensieri d’amore

Testo Della Canzone

Italia d'oro di Festival di Sanremo 1992

(di Pierangelo BertoliMarco Negri)
Pierangelo Bertoli

Racconteranno che adesso è più facile
che la giustizia si rafforzerà
che la ragione è servire il più forte
e un calcio in culo all’umanità
Ditemi ora se tutto è mutevole
se il criminale fu chi assassinò
poi l’interesse così prepotente che conta solo chi più sterminò
Romba il potere che detta le regole
cade la voce della libertà
mentre sui conti dei lupi economici
non resta il sangue di chi pagherà
Italia d’oro frutto del lavoro cinta dall’alloro
trovati una scusa tu se lo puoi
Italia nera sotto la bandiera vecchia vivandiera te ne sbatti di noi
mangiati quel che vuoi fin quando lo potrai
tanto non paghi mai
Tutto si perde in un suono di missili
mentre altri spari risuonano già
sopra alle strade viaggiate dai deboli
la nostra guerra non si spegnerà
E torneranno a parlarci di lacrime dei risultati della povertà
delle tangenti e dei boss tutti liberi
di un’altra bomba scoppiata in città
Spero soltanto di stare tra gli uomini
che l’ignoranza non la spunterà
che smetteremo di essere complici
che cambieremo chi deciderà
Italia d’oro frutto del lavoro cinta dall’alloro
trovati una scusa tu se lo puoi
Italia nera sotto la bandiera vecchia vivandiera te ne sbatti di noi
mangiati quel che vuoi fin quando lo potrai
tanto non paghi mai
Fratelli d’Italia, l’Italia s’è desta
dell’elmo di Scipio s’è cinta la testa

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

Accordi

   
RE								La7
Racconteranno che adesso è più facile, che la giustizia si rafforzerà
	      Sol 	            Re      Sol	           Re      La        Re
che la ragione è servire il più forte e un calcio in culo all'umanità

           Mi					           Si7
Ditemi ora se tutto è mutevole se il criminale fu chi assassinò
	          La          Mi    La             Mi	  Si7
poi l'interesse così prepotente che conta solo chi più sterminò


Romba il potere che detta le regole cade la voce della libertà

mentre sui conti dei lupi economici non resta il sangue di chi pagherà

        Si7					   La           Mi
Italia d'oro frutto del lavoro cinta dall'alloro trovati una scusa tu se lo puoi
        Si7					 La           Mi
Italia nera sotto la bandiera vecchia vivandiera te ne sbatti di noi
        Sol#7	Do#m			             Si     Mi	
mangiati quel che vuoi fin quando lo potrai tanto non paghi mai    
La   Si7   Mi   La   Mi	   Si7   Mi
Vai !

Tutto si perde in un suono di missili
mentre altri spari risuonano già
sopra alle strade viaggiate dai deboli
la nostra guerra non si spegnerà
E torneranno a parlarci di lacrime dei risultati della povertà
delle tangenti e dei boss tutti liberi
di un'altra bomba scoppiata in città
Spero soltanto di stare tra gli uomini
che l'ignoranza non la spunterà
che smetteremo di essere complici
che cambieremo chi deciderà
Italia d'oro frutto del lavoro cinta dall'alloro
trovati una scusa tu se lo puoi
Italia nera sotto la bandiera vecchia vivandiera te ne sbatti di noi
mangiati quel che vuoi fin quando lo potrai
tanto non paghi mai
Fratelli d'Italia, l'Italia s'è desta
dell'elmo di Scipio s'è cinta la testa

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here