La previdenza

È la colonna sonora dei seguenti libri:

Testo Della Poesia

La previdenza di Trilussa

di Trilussa

Un Gatto s’incontrò con un amico:
Come va? – Se campicchia…- E indove stai? –
Dice: – Lavoro in quer palazzo antico.
Uh! Li sorci ch’acchiappo! Nun te dico!
Nun finischeno mai!
Che stragge! Che macello!
Fa piacere a vedello!
Però, ne la soffitta der palazzo,
c’è la moje d’un sorcio co’ la fija,
e quelle, poveracce, nu’ l’ammazzo:
prima per un riguardo a la famija
eppoi perché me fanno
trecento sorci all’anno…
In certe circostanze è necessario
un po’ de sentimento umanitario…

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here