Letto 26

Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

Letto 26 di Stefano Rosso

VIA DELLA SCALA E’ SEMPRE LA’

ED IO DAL LETTO VENTISEI

MALATO DI PAZIENZA STO

E ASPETTO CHI NON TORNA PIU’

E’ UN RAGAZZINO MAGRO CHE

CANTAVA SEMPRE INSIEME A ME

E MORI’ UN GIORNO CHE NON SO

E I SUOI BEI SOGNI MI LASCIO’

E BIANCANEVE E’ ANCORA LA’

E’ UN PO’ INVECCHIATA MA CHE FA

LE MELE NON LE MANGIA PIU’

FORSE I RAGAZZI GIU’ DEL BAR

RICORDO TANTO TEMPO FA

VENIVA A SCUOLA INSIEME A ME

LA GUERRA GIA’ NON C’ERA PIU’

E POI NON C’ERI NEANCHE TU

LA BRILLANTINA E VIA COSI’

SI INCOMINCIAVA IL LUNEDI’

AD INVIDIARE QUELLO CHE

AVEVA UN LIBRO DA STUDIAR

DICEVA NON TI SERVE A NIENTE

LA SCUOLA NON TI SERVIRA’

E INVECE IO TRA QUELLA GENTE

CAPIVO UN PO’ DI VERITA’

LA MARIUJANA TI FA MALE

IL CHIANTI AMMAZZA L’ANEMIA

I MIEI COMPAGNI LI HO LASCIATI

HO PREFERITO ANDARE VIA

COSI’ HO COMPRATO UN GIRADISCHI

UNO DI QUELLI CHE NON VA

PER NON DAR NOIA A QUEL VICINO

CHE NON RIESCE A RIPOSAR

HO CONOSCIUTO TANTE DONNE

CATTIVE ONESTE E SENZA ETA’…

A TUTTE HO DATO UN PO’ QUALCOSA

CON TANTA GENEROSITA’

A LEI MIA MADRE I DISPIACERI

MENTRE A MIA MOGLIE DEI BAMBINI

AL PRIMO AMORE I SENTIMENTI

I BACI E L’ACNE GIOVANILE

VIA DELLA SCALA E’ SEMPRE LA’

E IO DAL LETTO VENTISEI

IO CHIUDO GLI OCCHI E PENSO A TE

TI SENTO E INVECE NON CI SEI

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

Accordi

   
D                         Em
VIA DELLA SCALA E' SEMPRE LA'

A
ED IO DAL LETTO VENTISEI

D                     Em
MALATO DI PAZIENZA STO

A
E ASPETTO CHI NON TORNA PIU'

D                     Em
E' UN RAGAZZINO MAGRO CHE

A
CANTAVA SEMPRE INSIEME A ME

D                           Em
E MORI' UN GIORNO CHE NON SO

A
E I SUOI BEI SOGNI MI LASCIO'

D                      Em
E BIANCANEVE E' ANCORA LA'

A
E' UN PO' INVECCHIATA MA CHE FA

D                         Em
LE MELE NON LE MANGIA PIU'

A                           D
FORSE I RAGAZZI GIU' DEL BAR

DM7                   Em
RICORDO TANTO TEMPO FA

A
VENIVA A SCUOLA INSIEME A ME

D                            Em
LA GUERRA GIA' NON C'ERA PIU'

A
E POI NON C'ERI NEANCHE TU

D                      Em7
LA BRILLANTINA E VIA COSI'

A
SI INCOMINCIAVA IL LUNEDI'

D                      Em
AD INVIDIARE QUELLO CHE

A
AVEVA UN LIBRO DA STUDIAR

D                         Em
DICEVA NON TI SERVE A NIENTE

A
LA SCUOLA NON TI SERVIRA'

D                         Em
E INVECE IO TRA QUELLA GENTE

A
CAPIVO UN PO' DI VERITA'

D                    Em
LA MARIUJANA TI FA MALE

A7                      D
IL CHIANTI AMMAZZA L'ANEMIA

                           Em
I MIEI COMPAGNI LI HO LASCIATI

A7
HO PREFERITO ANDARE VIA

D                          Em
COSI' HO COMPRATO UN GIRADISCHI

A7
UNO DI QUELLI CHE NON VA

D                           Em
PER NON DAR NOIA A QUEL VICINO

A7                      D
CHE NON RIESCE A RIPOSAR

E                      F#m
HO CONOSCIUTO TANTE DONNE

B7                      E
CATTIVE ONESTE E SENZA ETA'...

                             F#m
A TUTTE HO DATO UN PO' QUALCOSA

B7
CON TANTA GENEROSITA'

E                         F#m
A LEI MIA MADRE I DISPIACERI

B7                         E
MENTRE A MIA MOGLIE DEI BAMBINI

                         F#m
AL PRIMO AMORE I SENTIMENTI

B7                     E
I BACI E L'ACNE GIOVANILE

                          F#m
VIA DELLA SCALA E' SEMPRE LA'

B                      E
E IO DAL LETTO VENTISEI

C#m7                          F#m
IO CHIUDO GLI OCCHI E PENSO A TE

B
TI SENTO E INVECE NON CI SEI


Em A DM7 Bm Em

***

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here