Mariti in città 

Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

Mariti in città di Domenico Modugno

Arriva l’estate,
che caldo infernale,
le case infuocate,
ognuno sta male.
Soltanto le mogli
son tutte partite,
con mille bagagli,
ai monti ed al mar.
La moglie se ne va
e il marito sta in citta’,
il povero marito
rimane incustodito.
La moglie se ne va
ma il marito pensa già
a quella scappatella
che da tempo vuole far.
Oh! quant’e’ bona
la cameriera,
la veneziana
che sta sempre
in sottoveste
sul balcone a canticchiar
La moglie se ne va
e il marito sta in citta’
il povero marito
rimane incustodito
La moglie se ne va
e il marito sta in citta’,
e’ solo abbandonato,
ma si sente un gran pascia’.
Ti piace l’ancella,
vuoi far l’avventura,
però stai tranquillo,
la cosa non dura.
Ne dici di balle
l’hai quasi convinta,
ma torna al piu’ bello
la dolce meta’
La moglie tornera’
e il marito che fara’
il povero marito
e’ triste ed avvilito
la moglie tornerà
e la cosa sfumera’
e quella scappatella
tanto bella non fara’.
Quant’era bona
la cameriera
la veneziana
che sta sempre
in sottoveste
sul balcone a canticchiar
La moglie tornerà
e il marito che fara’,
il povero marito
riprende la sua vita
La moglie tornera’
e il marito pensa gia’,
a quella scappatella
tanto bella che non fa
a quella scappatella
tanto bella che non fa
a quella scappatella
tanto bella che non fa.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

Accordi

   
F C Dm C Dm Cm

Arriva l'estate,

che caldo infernale,

             G7
le case infuocate,

           Cm
ognuno sta male.

Soltanto le mogli

son tutte partite,

            D7
con mille bagagli, 

               G7
ai monti ed al mar.

La moglie se ne va

e il marito sta in citta',

C6            G7
il povero marito

              C
rimane incustodito.

                G7
La moglie se ne va

                   C
ma il marito pensa già

               Dm
a quella scappatella 

                   C
che da tempo vuole far.

             F
Oh! quant'e' bona

       C
la cameriera,

       Dm
la veneziana

che sta sempre 

in sottoveste

sul balcone a canticchiar

C               G7
La moglie se ne va

                      C6
e il marito sta in citta'

            G7
il povero marito

              C
rimane incustodito

                G7
La moglie se ne va

                      C
e il marito sta in citta',

               D
e' solo abbandonato,

                      Cm
ma si sente un gran pascia'.

Ti piace l'ancella,

vuoi far l'avventura,

              G7
però stai tranquillo,

            Cm
la cosa non dura.

Ne dici di balle

l'hai quasi convinta,

                 D7
ma torna al piu' bello 

           G7
la dolce meta' 

La moglie tornera'

                  C6
e il marito che fara'

            G7
il povero marito

                 C
e' triste ed avvilito

la moglie tornerà

G7             C
e la cosa sfumera'

               Dm
e quella scappatella 

                  C
tanto bella non fara'.

          F
Quant'era bona

          C
la cameriera

          Dm
la veneziana 

che sta sempre

in sottoveste 

                    C
sul balcone a canticchiar

La moglie tornerà

G7                C6
e il marito che fara',

              G7
il povero marito 

                C
riprende la sua vita

               G7
La moglie tornera' 

e il marito pensa gia',

C                 G
a quella scappatella 

                    C
tanto bella che non fa

               G
a quella scappatella 

                    C
tanto bella che non fa

               G
a quella scappatella 

                    C
tanto bella che non fa.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here