Parigi con le gambe aperte

Album

È contenuto nei seguenti album:
1988 L’ufficio delle cose perdute

Testo Della Canzone

Parigi con le gambe aperte di Gino Paoli

Gino Paoli e Ricky Gianco

Pochi minuti all’alba e i gatti vanno via

e’ l’ora in cui si sente nostalgia

e vedo i piccoli caffe’ svegliarsi sui boulevards

la Senna che accarezza la citta’

Il cuore e’ quasi fermo e non respiro piu’

una puttana ride, e noi “bonjour !”

ci avviciniamo in fretta ma lei e’ gia’ andata via

Parigi e’ solamente una bugia

Le bancarelle piene di quadri di naives
e tanti vetri falsi di Lalic
e guarda i dischi vecchi, ci sono pure i tuoi
te li regalo tutti se li vuoi…
Ma cosa pensi ai dischi, pensiamo invece a lei
io metterei il suo culo fra i trofei
un culo bianco e tondo che non finiva mai
meglio dei paradisi di Versailles

RIT.:

E tu, Parigi sotto le lenzuola, tu

Parigi con le gambe aperte

la liberta’ passa di la’

Parigi vuole dire amore

E mi domando ancora l’amore che cos’e’
spesso sogno una donna che non c’e’
e cerco le sue labbra che cercano le mie
ma mi risveglio: sono fantasie
Tu forse cerchi troppo, l’amore, l’utopia
ma l’importante e’ una che ci stia
con tutti i suoi casini e tutte le manie
l’amore sono solo le bugie

E tu, Parigi sotto le lenzuola, tu
Parigi con le gambe aperte
la liberta’ passa di la’
Parigi vuole dire amore

E tu, Parigi sotto le lenzuola, tu
Parigi con le gambe aperte
la liberta’ passa di la’
Parigi vuole dire amore

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

Accordi

   
Mi Sol#m7 La Si   Do#m7 Sol#m7 La Si7


Mi               Si       Sol#7        Do#m
Pochi minuti all'alba e i gatti vanno via

   La           Si            Mi      Si7
e' l'ora in cui si sente nostalgia

Mi             Si         Sol#7        Do#m
e vedo i piccoli caffe' svegliarsi sui boulevards

  La            Si        Sol#7
la Senna che accarezza la citta'

            Do#m / m7     Mi    Fa#7
Il cuore e' quasi fermo e non respiro piu'

La           Si          Sol#7
una puttana ride, e noi "bonjour !"

            Do#m / m7     Mi       Fa#7
ci avviciniamo in fretta ma lei e' gia' andata via

La         Si           Mi
Parigi e' solamente una bugia



Le bancarelle piene di quadri di naives
e tanti vetri falsi di Lalic
e guarda i dischi vecchi, ci sono pure i tuoi
te li regalo tutti se li vuoi...
Ma cosa pensi ai dischi, pensiamo invece a lei
io metterei il suo culo fra i trofei
un culo bianco e tondo che non finiva mai
meglio dei paradisi di Versailles


RIT.:

Mi Sol#m7     La         Si           Mi  Sol#m7
E  tu,      Parigi sotto le lenzuola, tu

  La          Si7
Parigi con le gambe aperte

Sol#m7   Do#m7   Sol#m7   Do#m7
la   liberta'    passa    di la'

  La        Si           Mi
Parigi vuole dire amore



E mi domando ancora l'amore che cos'e'
spesso sogno una donna che non c'e'
e cerco le sue labbra che cercano le mie
ma mi risveglio: sono fantasie
Tu forse cerchi troppo, l'amore, l'utopia
ma l'importante e' una che ci stia
con tutti i suoi casini e tutte le manie
l'amore sono solo le bugie



E tu, Parigi sotto le lenzuola, tu
Parigi con le gambe aperte
la liberta' passa di la'
Parigi vuole dire amore

         STRUM.

E tu, Parigi sotto le lenzuola, tu
Parigi con le gambe aperte
la liberta' passa di la'
Parigi vuole dire amore  

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here