Prima di essere un uomo – Daniele Silvestri

Daniele Silvestri performs during the first night of the 63rd Sanremo Italian Song Festival at the Ariston theatre in Sanremo, Italy, 12 February 2012. The festival runs from 12 to 16 February. ANSA/CLAUDIO ONORATI

 

Album

È contenuto nei seguenti album:

1995 Prima di essere un uomo
2004 Livre transito – Disc 1

Testo Della Canzone

Prima di essere un uomo – Daniele Silvestri

Va bene cominciamo
che prima concludiamo
e prima posso andare via
non è per contestare, ma
la storia di cui dovrei parlare
e raccontare
già da molto non è più la mia

Dov’è che ci siamo già visti
non ti inquadro
eri anche tu coi sandinisti
o facevi teatro

Comunque procediamo
lo so, ti sembro strano
ma sono gli anni, il vino e la miopia
che poi non è che beva molto
e qualche volto ancora lo ricordo
e non ingrasso
non sono sordo
e ho ancora molta, molta fantasia

Bisogna essere ottimisti
fino in fondo
perché potrebbe essere domani
la fine del mondo

Quante lacrime mi dai
ne dimostro di meno
non avevo pianto mai
prima di essere un uomo

Anticamente ricordo di avere pensato
che il mondo potesse comprendersi tutto
in un solo momento
e vivevo contento di averlo compreso
ultimamente, piuttosto,
considero tutta la vita un gelato, che viene leccato
da tutte le lingue del mondo schifato, ma ancora goloso

Bisogna essere ottimisti
fino in fondo
perché potrebbe essere domani
la fine del mondo

Quante lacrime mi dai
ne dimostro di meno
non avevo pianto mai
prima di essere un uomo

Va bene cominciamo
che prima concludiamo
e prima posso andare via

 

 

 

Accordi

   

Intro:(6/8)| Sol  Do | Sol  Sol(1/8) Do(1/8) Do#(1/8) |

Re7
Va bene cominciamo
Do
che prima concludiamo
Sol Do/Sol           Sol*
e prima posso andare via

Re7
non è per contestare, ma
    Do
la storia di cui dovrei parlare
        Sol
e raccontare
       Do/Sol             Sol*
già da molto non è più la mia

Re7
Dov'è che ci siamo già visti
Do          Sol  Do/Sol  Sol*
non ti inquadro
Re7
eri anche tu coi sandinisti
Do             Sol  Do/Sol  Sol*
o facevi teatro

Re7
Comunque procediamo
Do
lo so, ti sembro strano
Sol         Do/Sol                Sol*
ma sono gli anni, il vino e la miopia
Re7
che poi non è che beva molto
  Do
e qualche volto ancora lo ricordo
Sol
e non ingrasso
Do/Sol
non sono sordo
Sol*                           Re7
e ho ancora molta, molta fantasia


Bisogna essere ottimisti
Do       Sol  Do/Sol  Sol*
fino in fondo
Re7
perché potrebbe essere domani
Do           Sol  Do/Sol  Sol
la fine del mondo

                   Lam7
Quante lacrime mi dai
Re9-           Mim  Mim7+
ne dimostro di meno
Mim7 Mi9-          Lam7
non avevo pianto mai
Re9-                  Sol  Do/Sol  Sol
prima di essere un uomo

| Fa | Do | Sol Do/Sol | Sol |
| Fa | Do | Re | Re |

(senza accordi)
Anticamente ricordo di avere pensato
che il mondo potesse comprendersi tutto
in un solo momento
                                      Sol
e vivevo contento di averlo compreso
Re7
ultimamente, piuttosto,
                             Do
considero tutta la vita un gelato, che viene leccato
                                 Sol                        Sol*
da tutte le lingue del mondo schifato, ma ancora goloso

Re7
Bisogna essere ottimisti
Do       Sol  Do/Sol  Sol*
fino in fondo
Re7
perché potrebbe essere domani
Do           Sol  Do/Sol  Sol
la fine del mondo

                   Lam7
Quante lacrime mi dai
Re9-           Mim  Mim7+
ne dimostro di meno
Mim7 Mi9-          Lam7
non avevo pianto mai
Re9-                   Sol  Do/Sol  Sol
prima di essere un uomo

| Lam7 | Re9- | Mim  Si7 | Sol  Sol#dim |
| Lam7 | Re9- | Sol  Do/Sol | Sol |
| Fa | Do | Sol  Do/Sol | Sol | (3v.) | Fa | Do | Re | Re |

Re7
Va bene cominciamo
Do
che prima concludiamo
Sol Do/Sol           Sol
e prima posso andare via

Sol* = | Sol  Sol(1/8)  Do(1/8)  Do#(1/8) |

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here