Spunta l’alba al quindici giugno


Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

Spunta l'alba al quindici giugno di Canzoni Milanesi

Canzoni popolari Lombardia
Domenico BorellaEzio Cuppone

Spunta l’alba al quindici giugno,
l’artiglieria apriva il fuoco
e gli alpini in gran galoppo
il Monte Nero a conquistar.

Monte Nero, dove tu sei,
o traditor della vita mia?
Ho lasciato la mamma mia
per venirti a conquistar.

Per venirti a conquistare
abbiam perduto molti compagni,
e sull’età dei venti anni,
la loro vita non torna mai più.

E maledetta la Croce Rossa
perché non vuole più guerreggiare
lascia i feriti a lacrimare
pien di sangue e di dolor.

A l’è vigliacca la Croce Rossa
perché non vai a guerreggiare
ma lascia i morti nella fossa
e i feriti a lacrimare

Ma se quest’anno non vien la pace
ma tutto il mondo l’è rovinato
e si potrà chiamar beato
chi la vita potrà salvar

Ma la pensione l’è del governo
l’è una lira e cinquantotto
bisogna fare il galeotto
per potersi a disfamar.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here