Una terra che tace – Benedetta Valanzano

Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

Una terra che tace – Benedetta Valanzano

 

C’è una terra che tace,
sotto un seno di cemento.
La speranza si torce,
seppellita mi chiama.

C’è una terra che attende.
Sarà un cielo ancor più terso.
Si apriranno le strade,
ne usciranno veleni.

Ti ho perso ma so di certo
Che un giorno ti rivedrò.

Che cosa ho fatto?
Soldo a soldo ho seminato un temporale.
Affronterò me stesso, ora.
Che cosa ho fatto?
Ho chiamato il mio Dio se ancora è mio.
Eppure da vent’anni io sapevo.

C’è una terra che muore,
dietro un timido sgomento.
L’impotenza si stira,
e non è terra mia.

c’è una terra che mente.
Sarà un cielo ancor più terso.
Brucerà la campagna,
si alzeranno veleni.

Ti ho perso ma so di certo
Che accanto a te tornerò.

Che cosa ho fatto?
Soldo a soldo ho distillato un funerale.
Affronterò me stesso, ancora.
Che cosa ho fatto?
L’ho aperta io la strozza dell’inferno.

Che cosa è mai questa pioggia che viene dai monti?
La misericordia spazzi via quello che ho fatto.

Che cosa ho fatto?
Soldo a soldo ho distillato un funerale.
Affronterò me stesso, ora.
Che cosa ho fatto?
Ho pregato il mio Dio se ancora è mio.
Eppure da vent’anni io sapevo.

 

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale
con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

 

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here