Venerdì Santo – Francesco Guccini

Francesco Guccini

Album

È contenuto nei seguenti album:

1967 Folk Beat N. 1

Testo Della Canzone

Venerdì Santo di Francesco Guccini

Venerdì Santo, prima di sera, c’era l’odore di primavera;
Venerdì Santo, le chiese aperte mostrano in viola che Cristo è morto;
Venerdì Santo, piene d’incenso sono le vecchie strade del centro
o forse è polvere che in primavera sembra bruciare come la cera.Venerdì Santo, stanchi di gente, siamo in un buio fatto di niente
Venerdì Santo, anche l’amore sembra languore di penitenza
Venerdì Santo, muore il Signore, tu muori amore fra le mie braccia,
poi viene sera resta soltanto dolce un ricordo: Venerdì Santo…

Venerdì Santo, prima di sera, c’era l’odore di primavera;
Venerdì Santo, le chiese aperte mostrano in viola che Cristo è morto;
Venerdì Santo, piene d’incenso sono le vecchie strade del centro
o forse è polvere che in primavera sembra bruciare come la cera.

Venerdì Santo, stanchi di gente, siamo in un buio fatto di niente
Venerdì Santo, anche l’amore sembra languore di penitenza
Venerdì Santo, muore il Signore, tu muori amore fra le mie braccia,
poi viene sera resta soltanto dolce un ricordo: Venerdì Santo…

Accordi

   
Do               Mi-
Venerdì  Santo: prima di  sera,
	 Fa           Sol7
c'era l'odore di primavera;
Do               Mi-
Venerdì Santo: le chiese aperte
         Fa            Sol7
mostrano in viola che Cristo ì morto;
	Do                Mi-
Venerdì  Santo: piene d'incenso
	Fa                  Sol4   7
sono le vecchie strade del centro, 
	  Do                   Mi-
o forse ì  polvere che in primavera
	  Re7           Sol4   7
sembra bruciare come la cera.
Venerdì Santo stanchi di gente
siamo in un buio fatto di niente
Venerdì Santo anche l'amore
sembra languore di penitenza
Venerdì Santo muore il Signore
tu muori amore fra le mie braccia
poi viene sera resta soltanto
dolce un ricordo Venerdì Santo.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here