Bambini di poi

Album

È contenuto nei seguenti album:

1983 Tango

Testo Della Canzone

Bambini di poi di Matia Bazar

Vedi un po’ tu come sono gli eroi,
ma pensa che i bambini di poi siamo noi.
Splende il sole di Sorrento
sopra un mare che non c’e’,
corre un cieco incontro al vento
chiede un passaggio all’aldila’.
Un turista americano
in carrozzella va,
vuole comprare un paesaggio
che mai non avra’.
E l’astrologo francese
scappa e se ne va a Quebec,
il re sole lascia infranti
i grandi specchi di Versailles,
Nostradamus brinda al tempo.
Vedi un po’ tu come sono gli eroi,
ma pensa che i bambini di poi siamo noi.
Nevica sulla laguna,
il sipario indugia un po’,
mentre il vino di renania
allaga il vuoto di Bauhaus,
San Giovanni non fa inganni,
vedi un po’ tu come sono gli eroi,
ma pensa che i bambini di poi siamo noi

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here