Quattordici luglio

Album

È contenuto nei seguenti album:

1998 Mediamente isterica
2001 L’anfiteatro e la bambina impertinente
2008 Mediamente isterica (Deluxe Edition)
2010 Per niente stanca

Testo Della Canzone

Quattordici luglio di Carmen Consoli

Guardavo le sue mani che stuzzicavano insolenti una rosa finta
ed era così dolce il modo in cui
nascondeva l’imbarazzo
mentre parlava e sorrideva ironicamente
delle proprie sventure teneva gli occhi bassi
Guardavo le sue mani che si intrecciavano
tra i ricami di una tovaglia
riuscivo a stento a trattenere la voglia
di affermarle di aggredire il suo dolore
Misto all’incenso il sapore di un pasto frugale
i ricordi storditi dal tempo
pur essendo simile a tante e tante altre persone
era speciale … speciale
Guardavo le sue mani che enfatizzavano
opinioni con eleganza
tra le improvvise somiglianze
simboliche intuizioni l’amichevole trasporto
Misto all’incenso il sapore di un pasto frugale
i ricordi storditi dal tempo
pur essendo simile a tante e tante altre persone
era speciale … speciale
Mi lasciavo sedurre dalle sue manie
Mi lasciavo sedurre dalle sue manie
Mi lasciavo sedurre dalle sue manie

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

[nextpage title=”Accordi per chitarra”]

Accordi

   
 Fa# Do# Fa# Do# Si Do# Fa# Do# Fa#

 Do#        Rem#      Do#           Fa#
    Guardavo   le sue mani che stuzzicavano
      Do#           Fa#   Do#  Fa#
 insolenti una rosa finta
 Do#     Rem#    Do#
   ed era   così dolce
    Fa#                Do#       Fa#   Do#
 il modo in cui nascondeva l'ìmbarazzo
           Fa#         Do#   Rem#     Do#
 mentre parlava e sorrideva ironìcamente
                   Fa#  Do#
 delle proprie sventure
        Rem#          Do#
 teneva     gli occhi bassi

 Fa# Do# Fa# Do# Si Do# Fa# Do# Fa#

 Do#        Rem#    Do#             Fa#
    Guardavo le sue mani che si intrecciavano
         Do#           Fa#   Do#  Fa#
 tra i ricami di una tovaglia
              Do#     Rem#    Do#
 riuscire a stento a trattenere la voglia
        Fa#            Do#
 di afferrarle di aggredire il suo dolore

 Si Do# Si Do#

            Si          Do#       Rem#      Do#
 misto all'incenso il sapore di un pasto frugale
     Si        Do#      Rem#
 i ricordi storditì dal tempo
        Si       Do#
 pur essendo simile a tante
   Rem         Do#         Si      Do#            Rem# Do# Si
 e tante altre persone era speciale... speciale

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here