Roger Mcclure

Album

È contenuto nei seguenti album:
2004 Segreti trasparenti

Testo Della Canzone

Roger Mcclure di Massimo Bubola

A volte i salici cantano sottovoce
lungo le rive del fiume
raccontano la storia di chi non c’è più
oggi piangono Roger, Roger McClure.

Ancora bambino dovevi lottare
contro il destino e la fame
sei arrivato a Dublino, a piedi dal sud
con solo il tuo nome: Roger McClure.

Un fiore selvaggio cresciuto così,
senza un consiglio, un rifugio
il figlio di tutti e di nessuno eri tu
il tuo nome era Roger, Roger McClure.

Né carezze di madre, né il consiglio di un padre
la tua casa era un pub diroccato
tu e la giovane banda dormivi laggiù
il tuo nome era Roger, Roger McClure.

Un fiore selvaggio cresciuto così
tra l’immondizia e la strada
eran furti e rapine la tua gioventù
il tuo nome era Roger, Roger McClure.

– Ehi, ragazzo, attento a te
te la faremo pagare! –
Gridarono gli uomini vestiti di blu
– Sappiamo il tuo nome: sei Roger McClure! –

Un fiore selvaggio cresciuto così
senza un amore, un rifugio
il figlio di tutti e di nessuno eri tu,
il tuo nome era Roger, Roger McClure
Prelevato una notte, linciato laggiù,
il tuo nome era Roger, Roger McClure
il tuo nome era Roger McClure

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here