Volo – Iva Zanicchi

Album

È contenuto nei seguenti album:

1988 Nefertari

Testo Della Canzone

Volo – Iva Zanicchi di Iva Zanicchi

(Enzo MiceliGaetano LoreficeEnzo Miceli)

Sembravi un angelo così lontano,
non ci credevo che scendessi giù
e a ogni carezza avevi un po di cielo in mano
e ora che non voli più
sei solo un angelo che cade piano
con il tuo sguardo immerso nel caffè,
e il mio respiro non è mai così violento
come quando cerco te.
Ma resto ferma dietro alla tua porta chiusa
cercando in tasca un’altra scusa.
Così ti sento e penso (ti sento e penso)
quante emozioni ho chiuso in fondo
e che per troppo amore adesso io ti perdo.
E sei bello come il cielo quando il sole e ancora via,
dolce come un’intima poesia,
Cos’è che mi ha cambiata in un minuto solo
se all’improviso mi sono svegliata in volo.
E volo in mezzo a tutto questo cielo
a domandarmi in fondo cosa vale
cambiarsi fuori se dentro resti uguale.
Na na na ni
na na na na na na na
Perchè è dall’altra notte che non volo
e all’improvviso mi sono svegliata sola.
Per più di un giorno non ci resto sola
e quanta rabbia hai mandata giù.
E anche se brucia te lo dico ancora
per ferirti un po di più.
Ma resto ferma dietro alla tua porta chiusa
cercando in tasca un’altra scusa.
Così ti sento e penso (ti sento e penso)
che non ti ho mai amato tanto
e che per troppo amore adesso io ti perdo.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here