Vulcani

Album

È contenuto nei seguenti album:

2004 Corpo estraneo

Testo Della Canzone

Vulcani di Nomadi

Da una finestra spalancata
Verso il sole
Se chiudo gli occhi
Riconosco esattamente
Nei gesti quotidiani
Mani colme di devozione

Ed una volta ancora
Mi ritrovo qui a pensare
Cosa spinge alcuni
A costruire nidi,
A restare

Altri come noi
A non fermarsi mai
E andare sempre avanti
Gettare il cuore
Oltre le fiamme

Andare ancora avanti
Di giorno e di notte
Di tanto in tanto
Certi oggetti i più comuni

Io misteriosamente
Avverto la nostalgia
E’ in certi lunghi
E muti sguardi
Di una vita in comune

E tutto ricomincia
In un tempo che è circolare
Un padre torna è sera
Luci accese ad aspettare

Altri invece come noi
Che non si fermano mai,
E andare avanti
Gettare il cuore
Oltre le fiamme

Andare ancora avanti
Di giorno e di notte
E andare sempre avanti

Gettare il cuore
Oltre le fiamme

Andare ancora avanti
Di giorno e di notte
Da una finestra spalancata
Verso il sole

Se chiudo gli occhi
Riconosco esattamente
Nei gesti quotidiani
Mani colme di devozione

Ed una volta ancora
Mi ritrovo qui a pensare
Cosa spinge alcuni
A costruire nidi,
A restare

Altri come noi
A non fermarsi mai
E andare sempre avanti
Gettare il cuore
Oltre le fiamme

Andare ancora avanti
Di giorno e di notte

E andare sempre avanti
Gettare il cuore
Oltre le fiamme

Andare ancora avanti
Di giorno e di notte

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here