‘ O primme peccato carnale

Album

È contenuto nei seguenti album:

1998 Una notte a ballare

Testo Della Canzone

' O primme peccato carnale di Stefania Lay

tasera comm stai nervos,nun sai cchiù kell c’a fa..,il tuo ragazzo si è stancato,s’è stancat e’aspettà..quando t’tocc tu allontani la sua mano un pò più in là,vir a tua mamm n’di pensier ca te ric nun se fà..

RITORNELLO:se o’guaglion tuoie vo fa’ammor,tutt’cos tu le’a rà..sì crisciut,nun si na criatur,sei già donna a chet’età..se lo ami nun faje nient e’mal..lui ti coglierà come una mela..apri,fallo entrare rint a kist cor..se o’guaglion tuoie vo fa’ammor nun li a’fà manc parlà..chi vò ben nun è na puttan..nun c’sta nient a’aspettà..

stasera faglielo capire,quann sta pe’te vasà..quann te’port rind o’scur..pa’avè nata intimità..a primma vot fa paur..è capitato pure a me..ma mò o’facimm tutt’e ser..pecchè è docie comma a chè..

RITORNELLO..

se lo ami nun faje nient’e mal..lui ti coglierà come una mela..apri,fallo entrare rint’a kist cor..se o’guaglion tuoie vo’fa ammor nun li a’fa manc parlà..chi vò ben nun è na puttan..nun c’sta nient a’aspettà..

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here