Accusato a tradimento – Canzoni Romane

Architect looking at blueprints in a building site

 

Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

Accusato a tradimento – Canzoni Romane

Passeggianno sur ponticello
che conduce a casa mia
ar Caffè de Santa Lucia
viè la squadra che m’arestò.

A accusamme fu un vero amico
che de nome se chiamava Piero
io credevo ch’era sincero
era lui che m’accusò.

M’accusò d’un gran delitto
per rapirmi la mia bella
se riesco da ‘sta cella
la vendetta io mi farò.

La vendetta è sacrosanta
co’ tre corpi de pugnale
io lo manno all’ospedale
sò sicuro nun riesce più.

E voi pure che l’appoggiate
l’avete intesa la mia esistenza
io ve lo giuro sulla mia innocenza
che quand’esco l’ammazzerò.

Secondino, fammi un favore
portami inchiostro, carta e penna
vojo scrive alla mia bbella
si ‘na vorta me viè a trovà.

 



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here