Angeli – Roberto Vecchioni

Album

È contenuto nei seguenti album:

1993 Blumùn
1998 Vecchioni Studio Collection

Testo Della Canzone

Angeli – Roberto Vecchioni di Roberto Vecchioni

Angeli vi guardo
e mi ricordo
quand’ero insieme luce
e approssimato sgorbio
Angeli veri
e angeli di merda
tenuti su dal cielo
con la corda

Angeli musicanti
e soli
mandati a scuola
per imparare i cori

Carichi di sperma
e di segnali
ma cosÌ lenti
a strascicar le ali

Fragili, fragili, fragili, fragili:
non sanno cosa
svanirà,svanirà,svanirà.

angeli splendenti
e replicanti
moltiplicati per il raggio
dei loro denti

angeli d’allevamento
nutriti bene
per diventare uomini
o sirene

Sogni di mezza estate,
sogni,
frusciare d’ali;
a casa dopo i temporali

Angeli incoscienti,
lascia che sia,
la morte è solo un salto
di corsia

Fragili, fragili, fragili, fragili:
non sanno cosa
svanirà,svanirà,svanirà.

angeli ragazzi strepitanti
naviganti al sole,
malinconia di cavalcare l’aria

come voi:
angeli che rabbia che mi fate
disperato amore
degli anni che non ci capivo niente
e che nemmeno mi saltava in mente
d’esser uomo.

angeli in amore
e disamore:
stesso modo di
stracciarsi il cuore

Angeli mitragliati
di parole
che non li aiutano
a capire

Angeli indifesi
e generosi,
perciò fregati sempre
in tutti i casi

angeli di sera:
c’è chi fa le foglie
e qualcun altro spara
sulla moglie

Fragili, fragili, fragili, fragili:
non sanno cosa
svanirà,svanirà,svanirà.

Angeli ragazzi travolgenti
naviganti al sole,
polvere e stelle americane
che non rivedrò:
angeli che rabbia che mi fate
belli da lontano,
luce di stelle che mi arriva in mano,
quando oramai le stelle non ci sono
e c’incontriamo;
angeli, cadere mai, ma scivolare sul cielo,
facendo finta di seguire l’onda
che non c’è
angeli che gioia che mi date
quando vi rivedo,
perché continuo a non capirci
niente
e questo è il solo modo,
finalmente, d’esse uomo.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here