Canzone d’amore – Nomadi

Introduzione

Indice

Album

È contenuto nei seguenti album:

1982 Ancora una volta con sentimento

Testo Della Canzone

Canzone d'amore – Nomadi di Nomadi

L’orgasmo è rimasto un pensiero distratto tra il mitico e il vero
tra frasi non dette e pensate si inseguono ore angosciate.

Del coito non sei soddisfatta, qualcuno non ha scioperato
il padrone ha alzato la cresta, la Cina ti ha abbandonato.

Ragazza, impara a volare, i colombi in cerchio nel cielo
rispecchiano nell’ali spiegate il sole del giorno d’estate.

Aspetta, non avere fretta, se il cielo è una lastra di ghiaccio
la nebbia ci bagna la faccia, d’inverno la notte è più fredda.

Vedrai sotto il sole d’estate, i fantasmi del sesso spuntare
le ore passate, scordate, la pelle che sempre hai portato.

Se lasci trascorrere il tempo la pioggia verrà tra le foglie
la terra diventerà verde, l’aria sarà fresca e dolce.

Non puoi lasciarmi d’estate, aspetta che venga l’inverno
non puoi lasciarmi d’inverno, aspetta che venga l’estate.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here