Canzone disordinata

Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

Canzone disordinata di Canzoni Romane

Una canzone disordinata
‘na vorta tanto vojo canta’
nun sembra certo ‘na serenata
nun ce sta’ niente da ‘nterpreta’
si fosse ‘n fiore nun sembrerebbe
‘na rosa gialla e manco un lillà
sarebbe forse ‘na margherita
che fra le dita se po’ sfoja’

M’ama o nun m’ama sospira er core fra le pene
ma de le pene ‘sto core mio nun vo’ parla’
si me fai ride forse diro’ te vojo bene
si fai la vittima e piagni te dico ‘n c’è niente da fa’

Una canzone disordinata ‘na vorta tanto vojo canta’
nun è de certo la sviolinata
che a tanta gente je piace fa’
si fosse n’aria de melodramma
nun sembrerebbe ‘na Butterfly
sarebbe er coro de n’operetta
der Cavallino o der Cincillà

Amame Arfredo sospira er core tra le pene
ma de le pene ‘sto core mio nun vo’ parla’
si me fai ride forse dirò te vojo bene
si te lamenti e si piagni te dico ‘n c’è niente da fa’

Una canzone disordinata ‘na tanto vojo canta’
nun è un modello pe’ ‘na sfilata
nun è un vestito da gran galà
somija forse a ‘na scamiciata
‘na parannanza pe’ cucina’
a ‘n par de ginse co’ ‘na majetta
che sopra er prato te poi sdraia’
in mezzo all’erba guardanno er cielo
co’ ‘na chitara la poi sona’
‘sta canzonaccia disordinata
ch’è fatta apposta pe’ nun pensa’

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here