Dark Bologna

????????????????????????????????????

Album

È contenuto nei seguenti album:
2006 12000 lune

Testo Della Canzone

Dark Bologna di Lucio Dalla

Lungo l’autostrada da lontano ti vedrò
ecco là le luci di San Luca
entrando dentro al centro, l’auto si rovina un po’
Bologna, ogni strada c’è una buca
Per prima cosa mangio una pizza da Altero
c’è un barista buffo, un tipo nero
Bologna, sai mi sei mancata un casino

Aspetto mezzanotte chè il giornale comprerò
lo stadio, il trotto, il Resto del Carlino
piove molto forte ma tanto non mi bagnerò
c’è un bar col portico, mi faccio un cappuccino
ma che casino, quanta gente, cos’è sta confusione?
c’è una puttana, anzi no: è un busone
Bologna, sai mi sei mancata un casino

Chissà se in questa strada si può entrare oppure no?
ah no, c’è Sirio, ma che due maroni
così cammino per la piazza con una merda sul paletot
ma perché anche col buio volano i piccioni?
voglio andarmene sui colli voglio andarmene a vedere il temporale
tra i fulmini coi tuoni mi sembra di volare
nel tempo dei ricordi perdermi e affogare
figurine, piedi sporchi e ancora i compiti da fare
(le pugnette sui tetti, che belli quei cieli seduti là insieme)
con le nuvole che cambiano colore
(bocche rosse d’estate, cocomeri in fiore come è buono nei viali il profumo dei tigli, il profumo dei tigli)
con della benzina l’odore
(certe notti stellate nei cine all’aperto e le lucciole che si corrono dietro),
(si corrono dietro) per fare l’amore
(com’è bello andar a fare l’amore)

C’è un tuono più forte che la notte svanisce
mi sveglio di colpo più stanco più solo mentre il cielo schiarisce
accendo il motore, guardo nello specchietto
e vedo riflessa con un po’ di dolore
Bologna col rosso dei muri alle spalle
che poco a poco sparisce
metto la freccia e vado sulla luna…
vado a trovare la luna
vado a trovare la luna
vado a trovare la luna.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

[nextpage title=”Accordi per chitarra”]

Accordi

   
Esus4 A Esus4


   A
Lungo l’autostrada da lontano ti vedrò

                         E
ecco là le luci di San Luca

  A
entrando dentro al centro, l’auto si rovina un pò

    Bm                         E
Bologna, ogni strada c’è una buca

    Bm                          E7
per prima cosa mangio una pizza da Altero

A                          Bm
c’è un barista buffo, un tipo nero

D                           E        E
Bologna, sai mi sei mancata un casino

 A
aspetto mezzanotte chè il giornale comprerò

                                          E
lo stadio, il trotto, il Resto del Carlino

      A9                       E
piove molto forte ma tanto non mi bagnerò

    A                                          C#m
c’è un bar col portico, mi faccio un cappuccino

   Bm
ma che casino, quanta gente, cos’è sta confusione?

A                         Bm
c’è una puttana, anzi no: è un busone

D                           E
Bologna, sai mi sei mancata un casino

          A
chissà se in questa strada si può entrare oppure no ?

   E
ah no, c’è Sirio, ma che due maroni

così cammino per la piazza

           A
con una merda sul paletot

      E                                    E9
ma perché anche col buio volano i piccioni?

       Bm
voglio andarmene sui colli

                     E7
voglio andarmene a vedere il temporale

      A                              D9
tra i fulmini coi tuoni mi sembra di volare

D                           E
nel tempo dei ricordi perdermi e affogare

D                             E
figurine, piedi sporchi e ancora i compiti da fare

le pugnette sui tetti, che belli quei cieli

                  B
seduti lì insieme con le nuvole che cambiano colore

             F#m
bocche rosse d’estate, cocomeri in fiore

come è buono nei viali il profumo dei tigli

con della benzina l’odore

certe notti stellate nei cine a l'aperto

e le lucciole che si corrono dietro,

B7                            F#m
si corrono dietro per fare l’amore

         D9
com’è bello andar a fare l’amore

    C
c’è un tuono più forte che la notte svanisce

   Dm
mi sveglio di colpo più stanco più solo

G
mentre il cielo schiarisce

  C                    C6
accendo il motore, guardo nello specchietto

             Dm
e vedo riflessa con un po' di dolore

               G
Bologna col rosso dei muri alle spalle

             A          Dm
che poco a poco sparisce

C                       Gm9       D Em
metto la freccia e vado sulla luna  

                    D9  Em
vado a trovare la luna  

                     D7       G D G
vado a trovare la lu u lu u luna  

                  D7     G D G D G D G
vado a trovare la luuna .        

***

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here