Di canti di gioia, di canti d’amore

Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

Di canti di gioia, di canti d'amore di Canzoni popolari

G. Melilli – G. Gizzi
(inno italiano degli studenti composto nel 1891)

Di canti di gioia, di canti d’amore
Risuoni la vita mai spenta nel cuore
Non cada per essi la nostra virtù.
Non cada per essi la nostra virtù.

Dai lacci sciogliemmo l’avvinto pensiero,
Ch’ or libero spazia nei campi del vero,
E sparsa la luce sui popoli fu.
E sparsa la luce sui popoli fu.

Ribelli ai tiranni, di sangue bagnammo
Le zolle d’Italia, tra l’armi sposammo
In sacro connubio la patria al saper.
In sacro connubio la patria al saper.

La Patria facemmo co’ petti e co’ carmi
Superba nell’arti, temuta nell’armi,
Regina nell’opra del divo pensier.
Regina nell’opra del divo pensier.
(Esempio alle genti di forza e saper.)

Di canti di gioia, di canti d’amore
Risuoni la vita mai spenta nel cuore
Non cada per essi la nostra virtù.
Non cada per essi la nostra virtù.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here