Donna Maria

Album

È contenuto nei seguenti album:
2007 Gioia nova

Testo Della Canzone

Donna Maria di Nino D’Angelo

Marì, te voglie bene,
e ‘a notte me guardave.

Marì, ritorna ambresse,
aspette, sto scetate,
e mentre o cielo se pigliave miezze a luna,
salutò e ‘ccriature
e po’ sagliette ‘ngoppa a o’ motoscafo,
a sfidà o’ mare rinde e’ mmane e’ na pavura,
ca nun aiute a chi nun vo’ murì.

O’ tiempo passa, ma tu staie pienzanne angore,
e strigne e’ diende quando vide e’ nun ce a’ faie.

E tu che fai? Suonne!
si staie scetate suonne,
si staie ridenne suonne,
tu ca nun duorme.

Marì, cumme si’ stanca
ormaie te rest’ niente.
Marì, capille bianche
che vasa solo o’ viento,
e guard’ o’ cielo ca te resta miezze a’ luna,
nun ten’ cchiù a nisciune,
e figlie quann’ crescono so’ e’ ll’ate,
e reste a casa a parl’ e guard’ ‘nfacce o’ muro,
e guarde o’ mare quanno vuo’ murì.

O’ tiempo passa, ma tu staie pienzanne angore,
e strigne e’ diende quando vide e’ nun ce a’ faie.

E tu che faie? Suonne!
si staie scetate suonne,
si staie ridenne suonne,
tu ca nun duorme.

E tu che faie? Suonne!
si staie scetate suonne,
si staie ridenne suonne,
tu ca nun duorme.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here