Donna mia – Angelo Branduardi

Album

È contenuto nei seguenti album:
1975 La luna

Testo Della Canzone

Donna mia – Angelo Branduardi di Angelo Branduardi

Il tuo vestito lungo
che sfiora il prato,
e quella tua dolcezza
che si è vestita a festa
io l’ho riconosciuta,
Donna mia.
Dal sogno il passo è stato breve,
se ti ho seguito non ricordo,
senza vederti ti ho sognato,
donna mia.
Le tue mani antiche
si aprono lievi
e porgi i tuoi frutti,
la tua terra è ricca;
non ti ho aspettato invano,
donna mia.
Se ti ho seguito non ricordo,
senza fatica ti ho creduto,
senza dolore mi hai voluto,
donna mia.
I tuoi occhi larghi
cancellano i segni,
mi guardi ed io non fuggo,
mi ascolti ed io mi chino,
non ti ho sorriso invano,
donna mia.
Mai niente è andato perduto,
se ho avuto freddo non ricordo,
senza vederti ti ho toccato,
donna mia.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

[nextpage title=”Accordi per chitarra”]

Accordi

   
DO

FA             DO  FA       DO       SOL
Il tuo vestito lungo che sfiora il prato
LA- LA-7         MI- FA                    DO
e quella tua dolcezza, che si Š vestita a festa,
      FA        DO          SOL4  SOL
io l'ho riconosciuta, donna mia.
FA           DO       SOL    DO   DO7+  LA-
Dal sogno il passo Š stato breve
                       MI-
se ti ho seguito non ricordo
FA                     DO         SOL7   DO FA DO SOL7 DO FA DO SOL7
senza vederti ti ho sognato donna mia.

Le tue mani antiche si aprono lievi

mi porgi i tuoi frutti, la tua terra Š ricca

non ti ho aspettato invano donna mia

se ti ho seguito non ricordo

senza fatica ti ho creduto

senza dolore mi hai voluto, donna mia.

I tuoi occhi larghi cancellano i segni

mi guardi e io non fuggo, mi ascolti ed io mi chino

non ti ho sorriso invano, donna mia.

Mai niente Š andato perduto,

se ho avuto freddo non ricordo
                                   SOL7   DO FA DO
Senza vederti ti ho toccato, donna mia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here