E a Roma a Roma

Introduzione

Indice

Testo Della Canzone

E a Roma a Roma di Canzoni politiche

E a Roma a Roma
ci sta un papa
che di soprannome
si chiama Pio Nono
lo butteremo giù dal trono
dei papa in Roma
non ne vogliamo più

Lo butteremo giù dal trono
dei papi in Roma
non ne vogliamo più

Prima in San Pietro
e poi in San Paolo
e le lor teste
vogliamo far saltar
e in piazza d’armi la ghigliottina
e le lor teste
vogliamo far saltar

E in piazza d’armi la ghigliottina
e le lor teste
vogliamo far saltar

E a Roma a Roma
suonavan le campane
piangevan le puttane
gh’è mort al puttanè
lo butteremo in una pignatta
o brutta vacca
buon brodo ci darà

Lo butteremo in una pignatta
o brutta vacca
buon brodo ci darà

Chi siete voi?
Noi siamo piemontesi
Voi siete vili
barbari e assassini

No!

Siam valorosi garibaldini
che anche Roma
vogliamo liberar

Siam valorosi garibaldini
che anche Roma
vogliamo liberar

E sulle mura
di quei conventi
piazzeremo piazzeremo
i nostri cannoni
e ai preti e ai frati
quei birbantoni
il buon giorno
lor lo daremo noi

E ai preti e ai frati
quei bi-quei birbantoni
il buon giorno
lor lo daremo noi.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here