Elisa Berti e Guido Tramagnini

Testo Della Canzone

Elisa Berti e Guido Tramagnini di Canzoni Fiorentine

Canzoni della Toscana

Elisa berti e Guido Tramagnini
lieti e contenti s’eran dati i’ cuore:
facevano all’amor fin da bambini
giurando fedeltà e sincero amore
e di novembre
doveva(n)si sposà,
contavano i minuti
che c’eran da passà.

Scoppiò la guerra contro la Turchia
Tripoli venne preso e bombardato;
ed anche a Guido gli toccò andà via
e dell’Ottantanuove è richiamato:
disse all’Elisa
acanti s’imbarcà:
«Se torno dalla guerra
noi ci si sposerà!

La casa che ho già preso già in affitto
tènla con te con tutto il mobiliare
e solo a te, Elisa, do il diritto
e’ miei denari potè conservare;
i’ portafoglio
io lo consegno a te
e quattromila lire
rinchiuse dentro c’è».

‘Pena fu arrivato in Tripolitania
scriveva alla ragazza tutti i giorni
e lei gli rispondeva con gran smania:
«Speriamo che a casa presto ritorni!»
Passònno i giorni
e i mesi: di laggiù
lettere del suo Guido
non ne riceve più!

Corse la voce che Guido era morto,
pianse l’Elisa pe’l suo caro amore;
stette un bel pezzo nel pensiero accorto
e po’ alfine diè pace al suo dolore
e cor un altro
si mise a amoreggià
e dopo breve tempo
se ne andette a sposà.

Mentre son tutti alla stanza in allegria
sentan bussà alla porta della stanza
……
la porta si apre
ed entra un milità,
s’avvicina alla sposa
pe’ volegli parlà.

Dicendogli: «Dove hai messo i miei denari?»
lei gli rispose: «Gli ho tutti finiti…»

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here