Er futuro de ‘sta città – Canzone romana

Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

Er futuro de ‘sta città – Canzoni Romane

M’hanno sempre riccontato de ‘n passato ch’è passato
Così bello e divertente che nessuno lo po’ scorda’
La finestra co’ la bella, li signori in carrozzella
E la musica era quella che nessuno vo’ più sona’

Io so’ solo ‘na regazzina, nun l’ho vista com’era Roma
Mo’ che puzza de benzina nun la posso immagina’
Senza machine, senza fumo e nell’aria solo er profumo
De qull’arberi sopra ar fiume che la notte fa lacrima’Ah….ah….come sei bella Roma
ah….ah….bella com’eri prima
Ah….ah….come sei bella Roma
ah….ah….Roma che ‘n ce stai più

Nun ce so’ più li grilli che canteno
ma ‘na speranza forse ce sta
Finché ce so’ chitare che soneno
quarcosa se po’ sempre canta’

Canteremo le storie nove, arivate da chissa’ dove
De la gente che ‘n cia’ lavoro, de la gente che ‘n sa nd’anna’
Perché pure li disperati de li posti dimenticati
Nun se senteno abbandonati si quarcuno li sa canta’

Io so’ solo ‘na regazzina, so’ contenta che so’ romana
Ma ai ragazzi de tutto er monno me vie’ voja de parla’
Perché m’hanno riccontato che er passato ormai è passato
E mo’ so’ io che lo ricconto er futuro de ‘sta citta’

Ah….ah….come sei bella Roma, ah….ah….bella com’eri prima
Ah….ah….come sei bella Roma, ah….ah….come sei sempre tu

Nun ce so’ più le stelle che brilleno
ma ‘na speranza ancora ce sta
Finché ce so’ poeti che sogneno
quarcosa se po’sempre canta’,
quarcosa se po’ sempre canta’

M’hanno sempre riccontato de ‘n passato ch’è passato
mo’ so’ io che lo ricconto er futuro de ‘sta citta’

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here