Ho scritto ar Duce

WikiTesti Ú un progetto gratuito, tutti possono collaborare inserendo testi, spartiti e video. Perché non collabori con noi?

Testo Della Canzone

Ho scritto ar Duce di Canzoni politiche

Gli ho detto: core mio fatte capace
che mamma te vò bene
e te farebbe un trono de bambace
non gliele da’ ste pene,
Madonna che destino,
avecce solamente un regazzino!
Vedello ciuco e debole accosì
nun piange fijo che me fai murì!
Guarda, i Balilla passeno
co’ la camicia nera
saluta la bandiera
e nun piagne più così…
Guarda i Balilla passeno
co’la camicia nera
saluta la bandiera
e nun piagne più così!
M’ha detto: mamma, mamma bella d’oro,
vorrebbe anda’ pur’io
co’ la camicia nera immezzo a loro
nun me ce mandi, addio,
infonno che glie importa
se m’arritrovo una cianchetta storta
Senteme mamma, nun me di’ de no
che quann’Ú li pur’io camminerò
Ho scritto ar Duce: Voi che lo potete
e siete pure un padre
voglio sperà che <<no>> nun glie direte
ar core de stà madre,
sta madre che in preghiera
chiede per fijo una camicia nera!
E si sto ciuconon gliela farà
in braccio mamma sua lo porterà!
Guarda, i balilla passeno
saluta la bandiera
che la camicia nera
la porti pure tu!
Guarda i balilla passeno
co’ la camicia nera
saluta la bandiera
e nun piagnere più!

Il testo contenuto in questa pagina Ú di proprietà dell’autore. WikiTesti Ú un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here