Ho tre castelli

Album

È contenuto nei seguenti album:

WikiTesti Ú un progetto gratuito, tutti possono collaborare inserendo testi, spartiti e video. Perché non collabori con noi?

Testo Della Canzone

Ho tre castelli di Pippo Franco

BededÚ
Ho tre castelli, sei ville, un reattore e due yacht
Fabbrico navi, poltrone, palazzi e roulottes
son presidente qui, e padrone lì accanto
brigo, corrompo, amministro miliardi e cache
anche per fare l’amore io vengo col jet.
Ho il candore di un bambino, sono sopra ogni sospetto
se mi tuffo a Fiumicino io ne emergo fuori netto
io emergo,
tu emerdi
Fra i potenti, caro mio
Sopra tutti, ce sò io
vuoi n’impiego, vuoi n’appalto
viÚ da me che sono in alto
Io sto così in alto che d’inverno me vengono a scià sulla capoccia
S’apre sempre ovunque io vada
ogni coscia ed ogni strada
se per caso uno m’intrarcia
poi je viene na scacarcia
Ieri sera sur viale ho messo sotto un tale
appena ha saputo chi ero s’Ú arzato e zitto zitto Ú annato ar cimitero da solo
Pure lei che non mi ama
quando viene meco a letto
ha negli occhi una gran brama e il desir le cova in petto
Già, dice, ma mica quella brama te
mentre fa zibidì zibidÚ lei pensa ai sordi e spasima per un coupÚ…
EmbÚ? Amore mio? E chi le fabbrica le macchine? Io!
E gli alberghi che tu sogni, le crociere che tu agogni
non son sempre, mon cherie, tutta roba mia, de mì?
Io sono il trust dei tuoi desideri, la cuccuma delle tue voglie, sono il tuo tutto,
che te leva la sete cor prosciutto, cor salame un po’ meno.
Se sapeste quanto godo, giovanotti nerboruti,
Anche se non vengo ar sodo io ve fò tutti cornuti
Fiat voluntas mei, perchÚ io sono Amore
Cupido viene da CoupÚ…
Ho tre castelli, sei ville, un reattore e due yacht…
BededÚ

Il testo contenuto in questa pagina Ú di proprietà dell’autore. WikiTesti Ú un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here