Il signor domani

Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

Il signor domani di Festival di Sanremo 2001

(di Roberto Angelini)
Roberto Angelini

Puntualmente ogni mattina
consegnava i suoi giornali
aveva trentaquattro
anni sulle spalle
un matrimonio in pezzi
e debiti e cambiali
c’era suo figlio
unico orgoglio ultimo appiglio
per non naufragare
e ogni sera prima di dormire
gli ripeteva le stesse parole
Domani domani
domani si vedra’
domani domani
domani chissa’
I mesi trascorrevano veloci
dal caldo al freddo alle luci
che preannunciavano il Natale
il ventidue mattina
una lettera di licenziamento
per un taglio netto al personale
ora non avrebbe piu’ potuto
regalare al figlio un giorno speciale
e incrociando il suo sguardo
cosi’ ignaro e ingenuo
allo stesso tempo gli ripeteva
Domani domani
domani si vedra’
domani domani
domani chissa’
Quella notte non dormiva
aspettava l’ora giusta
per andare
una calza in testa
e in tasca una pistola
e quattro colpi per sperare
tutto andava per il meglio
fino a quando un metronotte
vide un’ombra
attraversare la vetrina
ormai scoperto si gira ha paura
prende la pistola
spara
ma l’altro sparo’ prima
Domani domani
sara’ un giorno migliore
domani domani
verra’ anche per noi il sole

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

Accordi

   
G#m
Puntualmente ogni mattina

   EM7                  E
consegnava i suoi giornali

          C#m7
aveva trentaquattro

               E6
anni sulle spalle

un matrimonio in pezzi

    A9
e debiti e cambiali

            C#m7
c'era suo figlio

                          E6
unico orgoglio ultimo appiglio

                A9
per non naufragare

         C#m7
e ogni sera prima di dormire

      E6                   A9
gli ripeteva le stesse parole

    A6
Domani domani

A
domani si vedra'

E   A6
domani domani

A
domani chissa'

E   C#m7                 E6
I mesi trascorrevano veloci

                           A9
dal caldo al freddo alle luci

che preannunciavano il Natale

      C#m7
il ventidue mattina

               E6
una lettera di licenziamento

    A9
per un taglio netto al personale

 C#m7                    E6
ora non avrebbe piu' potuto

                          A9
regalare al figlio un giorno speciale

           C#m7
e incrociando il suo sguardo

          E6
cosi' ignaro e ingenuo

                          A9
allo stesso tempo gli ripeteva

    A6        A
Domani domani domani si vedra'

E   A6        A
domani domani domani chissa'

E   A6
Quella notte non dormiva

 A9                        E
aspettava l'ora giusta per andare

A6
una calza in testa

               A9
e in tasca una pistola

                    E
e quattro colpi per sperare

          C#m7
tutto andava per il meglio

           AM7
fino a quando un metronotte

          A9
vide un'ombra

attraversare la vetrina

            C#m7
ormai scoperto si gira ha paura

            A9
prende la pistola spara

ma l'altro sparo' prima

    Bm7
Domani domani

      E9              F#m9
sara' un giorno migliore

E9  A6
domani domani

       E9                 F#m9
verra' anche per noi il sole


E9 A6 E9 F#m9 E9 D6

***

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here