Impagliatori d’aquile

Album

È contenuto nei seguenti album:

1994 Canarino mannaro (Cd 2)
2009 Riassunti d’amore – La calma

Testo Della Canzone

Impagliatori d'aquile di Mina

di: (Lele Cerri)

Ed avrò la faccia di un serpente
di chi non gli importa niente
quello che succederà.
E ti parlerò da vera amica,
che qualunque cosa dica
sarà quello che sarà.
Dopo farò finta di capire
nel restare lì a sentire
e soffrire ti vedrò,
fino a che la faccia di cemento
niente gioia niente sgomento
di noi due ti parlerò.

E ti amerò di più
di quanto ho amato mai
le notti e i giorni più felici
accanto a lui,
e ti darò di più
di quanto chiederai
perché vorrai chiedermi poco
e niente avrai.

Ecco quello che
non posso dire
e mi limito a sentire
o il mio gioco scoprirò.

Grazie alla mia faccia di cemento
frutto di un comportamento
che mai dimenticherò.

Io ti vedrò così
strisciare come lui
mi ha vista piangere ai suoi piedi,
quando mai avrei pensato che
qualcuno come lui
potesse dirmi Ti ho distrutta,
adesso vai

Ecco quello che gli posso dire
e mi limito a sentire
o il mio gioco scoprirò.
Grazie alla mia faccia di cemento,
frutto di un comportamento
che mai dimenticherò.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here