La paura – Il Teatro degli Orrori

Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

La paura – Il Teatro degli Orrori
Si stava meglio in galera
che prigionieri della strada senza un caz*o da fare dal mattino alla sera
se non perdersi, perdersi all’infinito
senza nessuna nostalgia, senza mai un rimorso, senza mai guardarsi indietro
a testa in giù
la fame ti pedina per vedere, per vedere come va a finire

Con la paura
madre di ogni violenza
non si scherza, non si scherza mai
non si scherza mai
con la paura
madre di ogni violenza
non si scherza, non si scherza mai
non si scherza mai

Si stava meglio in galera
che prigionieri della strada senza un caz*o da fare dal mattino alla sera
almeno potevi parlare con qualcuno, che ti stesse ad ascoltare
qualcuno che mi stesse ad ascoltare
io, l’ho conosciuto in galera
ma che ti frega, che ti frega

Con la paura
madre di ogni violenza
non si scherza, non si scherza mai
non si scherza mai
con la paura
madre di ogni violenza
non si scherza, non si scherza mai
non si scherza mai

Tubidubidu oh oh

Si stava meglio in galera
che prigionieri della strada
con la paura di cercare un po’ d’amore dove l’amore non si trova mai
la gente della strada.. si volta

forse ha paura di vedere
come sono sexy

Ah.. bang bang bang

Si stava meglio in galera
che prigionieri della strada
a testa in giù, senza nessuna nostalgia
senza nessun rimorso, senza nessuna gioia, nessun dolore, nessun passato, nessun presente, nessun futuro

 

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale
con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

 

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here