Lettera da Milano

Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

Lettera da Milano di Renato Carosone

Caro Gennaro,
grazie per la tua lettera affettuosa
con la quale me dice e turnà a Napoli
ma ‘e riturnà ormai nunn’è cchiù cosa.

Tu ‘o saje si songo o no napulitano
ma nun me pozzo movere ‘a Milano.

‘a nebbia? Ah, si sapisse che d ‘a nebbia
quanno sto n’zieme ‘a nnammurata mia
jammo abbracciate d’into ‘a st’acqua e annese
e ce vasammo a ore mm’iez ‘a via.

I maccheroni?
E pure ccà ce stanno
non ci mancano mai, e a stu paese
c’è una specialità, che spesso ‘a fanno?
e a chiammamo ‘o risotto ‘a milanese.

Caro Gennaro,
quanno a braccetto c’a biondina mia
io le parlo d ‘o cielo e ‘o mare e Napoli
tanno me piglia n ‘a malincunia.

Tanno vurria turnà a vasà a qualcuno
ma a Napoli nun tengo cchiù a nisciuno

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here