L’orologio della Passione

Testo Della Canzone

L'orologio della Passione di Canzoni Abruzzesi

Canto di questua per la Settimana Santa (1966)

Preparati all’un’ora
quest’è l’ultima cena
e con faccia serena
così Gesù parlò
e con faccia serena
così Gesù parlò

Disse sarò tradito
disse sarò negato
e Giuda disperato
rispose io non sarò

Alle tre i sacramenti
istituisce allor
e a lor tutti contenti
‘l suo corpo dispensò

Alle quattro si mosse
con grande compassion
alle cinque nell’orto
il buon Gesù andò

Alle sei il Padre Eterno
dal re dei cieli andò
alle sette nell’orto
la turba lo menò

Alle otto una guanciata
al buon Gesù toccò
alle nove schiaffeggiato
allor Giuda si turbò

Alle dieci carcerato
il buon Gesù andò
quando che fu accusato
suonava l’undicior

Alle dodici Pilato
le mani si lavò
alle tredici di bianco
vestiro ‘l salvator

Alle tredici di bianco
vestiro ‘l salvator
con una canna in mano
per dargli più dolor

Coronato di spine
fu alle quindicior
dalle tempie divine
il sangue suo versò

Legato alla colonna
fu alle sedicior
battuto e flagellato
per Dio fu un gran dolor

Alle diciassettore
la penna sua doprò
in croce il redentore
all’or diciotto andò

Alle diciannovore
testamento donò
Gesù pieno d’amore
Giovanni a sé chiamò

Alle venti da bere
chiedeva il salvator
gustando aceto e fiele
solo per ‘l peccator

Suonando le ventuno
la testa sua chinò
quell’alma santa e pura
all’eterno padre andò

Alle ventidueore
la lancia lo passò
con ferro e con parole
la costola gli piagò

Alle ventitreore
di croce lo levò
Maria con gran dolore
in braccio lo pigliò

Alle ventiquattrore
Gesù al sepolcro andò
solo per nostro amore
e a tutti ci salvò

Di sette giorni intanto
Gesù risuscitò
con gloria festa e canto
all’eterno padre andò.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here