L’Ultimo Giorno Dell’umanità – Mannarino Testo della canzone

Wikitesti.com è la più grande enciclopedia musicale italiana, sul nostro sito oltre i testi delle canzoni potete trovare: traduzioni delle canzoni, accordi per chitarra, spartiti musicali,BPM e molto altro.

https://www.youtube.com/watch?v=7DMS9Vx3cZk

TESTO

Il Testo della della canzone Di: L’Ultimo Giorno Dell’umanità – Mannarino

L’ultimo giorno dell’umanità,
un padre disse a un figlio:
“apri la tua mano
questi sono i nomi delle cose e le città,
purtroppo ho perso il nome del posto dove andiamo”.
L’ultimo giorno dell’umanità,
un uomo e una donna chiusero le tende
e non curandosi più dell’aldilà
riuscirono ad amarsi più teneramente.
La morte, disperata, non trovava il figlio,
il figlio era sparito fra i soldati.
L’ultimo giorno dell’umanità,
il Futuro andò a parlare al campo rifugiati,
e disse: “Ce ne andremo piano, piano
dal figlio del notaio al cuoco pakistano”.
Inseguiti dai cani, dai servi patinati,
i figli degli operai se ne erano già andati.
Ah che paura che la vita se ne va,
ah quant’è dura non sapere come amar
Ah che paura che la vita se ne va
la notte è scura se non sai più come amar
Ahi ahia ahia ahia ahia ahia ah
Ahi ahia ahia ahia ahia ahia ah
Ahi ahia ahia ahia ahia ahia ah
Ahi ahia ahia ahia ahia ahia ah
Il primo figlio prese i sassi della terra,
li morse fino a farli sanguinare,
il secondo diede il culo ad un pirata,
in un mare di promesse andate a male.
Ma l’ultimo giorno dell’umanità,
il mare si prese navi e i risparmi,
il terzo figlio, mio compagno di galera,
disse: “hai visto che rubavo per salvarmi?”.
Quando finì il tempo della pena,
gli rifilarono una stampella,
e zoppicando con la Bibbia nell’ascella
presto si trovò in un’altra cella.
A spingere le palle del Rosario,
come macigni verso la salita,
a consegnare minestrone raffreddato,
ai figli andati a male di un padre gesuita.
Ah che paura che la vita se ne va,
ah quant’è dura non sapere come amar
Ah che paura che la vita se ne va
la notte è scura se non sei più come amar
Ahi ahia ahia ahia ahia ahia ah
Ahi ahia ahia ahia ahia ahia ah
Ahi ahia ahia ahia ahia ahia ah
Ahi ahia ahia ahia ahia ahia ah.
L’ultimo giorno dell’umanità,
il terzo figlio trovò l’amore,
trenta euro per tre graffi sulla schiena
e una moglie in un albergo ad ore.
Intanto sul monte del Calvario
smontavano le croci,
e ci nasceva un centro commerciale
e due fiori che gridavano feroci.
Il paradiso fu sul letto,
l’eternità in un secondo,
e così finì la storia da poco
di una fine del mondo.
Andando per le strade
si nasce e si muore
Io ti ho amata per sempre
e ti ho avuta per due ore.

Ecco una serie di risorse utili per Mannarino in costante aggiornamento

Tutti i TESTI delle canzoni di Mannarino



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here