Lupo de fiume – Canzone romana

Introduzione

image_pdfCrea Pdfimage_printStampa

Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

Lupo de fiume – Canzoni Romane

(Romolo Balzani – Ceccarelli)

Claudio VillaAlvaro AmiciLando Fiorini

Pe soprannome se chiamava Lupo
LLupo de fiume forte e coraggioso
da barcarolo onesto e generoso
sarvò ‘na donna e poi se la sposò
doppo un anno dar cielo
fu consacrato er nido dell’amore
nasceva un pupo bello come er Sole
che lo riempiva de felicità

Lupo alegro cantava
e li stornelli ar vento ricamava
nun c’ho sortanto er fiume drento ar core
mo c’ho dù cose care e tutte e dua
me danno forza, gioia e amore

Er fiume è carmo e Lupo da la barca
soride e guarda verso la panchine
là c’è er pupetto e gli arza la manina
je manna li bacetti insino là
ma er destino che gioca ha scerto già er momento prepotente
trascina er pupo verso la curente
un tonfo poi sotto sotto e poi nulla più

Come ‘na berva Lupo
se butta in mezzo all’acqua a cercà er pupo
ma er fiume è stato sempre un traditore
e se lo strigne in de le braccia sue
e nun je importa che je se spezza er core

Er sole s’annisconne dietro ar monte
dù corpi se ne vanno pecurente
la morte ride e passa sotto ponte



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here